Si registra un’altra frana nella zona jonica del Messinese. Nella notte è stato interrotto il tratto della strada statale 114 “orientale sicula”, tra il Km 14,5 e il Km 25 a causa di una caduta massi. Un comunicato dell’Anas specifica che “uno dei massi ha danneggiato un`autovettura, senza provocare feriti. Il personale dell`Anas e delle Forze dell`Ordine è intervenuto sul posto per istituire le deviazioni al traffico sulla viabilità alternativa, con indicazioni in loco. Il tratto stradale sarà riaperto il prima possibile, non appena saranno ristabilite le condizioni di sicurezza per la viabilità.

Le abbondanti piogge dei giorni scorsi potrebbero aver contribuito alle cause. A tal proposito, un nuovo bollettino meteo della Protezione Civile specifica che a partire dalla mattinata di oggi, 24 febbraio, e per le successive 24-36 ore “si prevedono venti occidentali o nord occidentali di burrasca burrasca forte sulla Sardegna, in estensione a Sicilia e Calabria, con rinforzi di tempesta sulla Sardegna. Si prevedono inoltre mareggiate lungo le coste esposte.
Dalla tarda mattinata di oggi, martedì 24 febbraio 2015, e per le successive 24-30 ore si prevedono nevicate, fino a 400 metri, sull’Emilia Romagna con accumuli al suolo da moderati ad abbondanti. Si prevedono altresì venti forti o di burrasca nord-orientali, con mareggiate lungo le coste esposte.
Dal pomeriggio di oggi, martedì 24 febbraio 2015 e per le successive 24-36 ore, si prevedono precipitazioni, anche a carattere di rovescio o temporale, su Lazio, Basilicata, Calabria e Sicilia.
I fenomeni saranno accompagnati da rovesci di forte intensità, frequente attività elettrica e forti raffiche di vento.

Solo poche ore prima, un’altra frana si è verificata a pochi km di distanza. Due grossi massi si sono staccati dal costone roccioso della provinciale Taormina-Castelmola, invadendo la strada, in prossimità di una curva. “E’ stato un caso – afferma il sindaco di Castelmola, Orazio Russo – che non ci siano stati danni alle persone, perché era l’orario in cui passa l’autobus”. Il crollo è legato alla abbondante pioggia caduta. “Per questo – aggiunge il sindaco – occorre agire in fretta per mettere il costone e la strada in sicurezza”. (ANSA)

L`Anas, inoltre, comunica che a causa dell`ondata di maltempo che ha colpito la Sicilia dalla notte di domenica 22 febbraio, rimangono chiusi al traffico alcuni tratti stradali. In particolare, in provincia di Palermo, la SS188/C, al km 12, nel Comune di Corleone, a seguito di una frana sulla carreggiata con presenza di detriti e massi sul piano viabile, la strada è attualmente chiusa (aperto un varco per i soli mezzi di emergenza). La SS188/C, al km 16, nel Comune di Campofiorito, per una frana che ha completamente occupato la carreggiata rendendo impossibile il transito, la strada è attualmente chiusa (aperto un varco per i soli mezzi di emergenza). SS188/C, al km 18,900, nel Comune di Corleone, per il cedimento del rilevato stradale in corrispondenza di un tombino in muratura, è istituito il senso unico alternato. SS188, al km 106,700, nel Comune di Giuliana, per una frana sulla carreggiata con presenza di detriti e massi sul piano viabile si transita a senso unico alternato. SS188, al km 108,700, nel Comune di Giuliana, per una frana sulla carreggiata con presenza di detriti e massi sul piano viabile si transita a senso unico alternato. SS188, al km 118,800, nel Comune di Chiusa Sclafani, a causa di una frana sulla carreggiata, con caduta massi sul piano viabile, la strada è attualmente chiusa al transito. SS188, dal km 126,700 al km 127, nel Comune di Palazzo Adriano, per una frana sulla carreggiata con presenza di detriti e massi sul piano viabile, la strada è attualmente chiusa (aperto un varco per i soli mezzi di emergenza). SS290, al km 13, nel Comune di Alimena, per una frana sulla carreggiata la strada è aperta al traffico a senso unico alternato. Inoltre, sulla SS640, dal km 8 al km 16, (itinerario Agrigento-Caltanissetta), per le colate di fango e per consentire gli interventi di pulizia del piano viabile in corso, la strada è attualmente aperta a senso unico alternato, sotto continua sorveglianza. Infine, in provincia di Enna sulla SS120 al km 153, nel Comune di Cesarò, a causa del cedimento del rilevato stradale e per consentire gli interventi di ripristino in corso, si transita a senso unico alternato.

Scrivi