CATANIA – Dopo la tempesta la quiete. Il riferimento non è solo meteorologico ma rivolto all’ attività dell’Amministrazione comunale, che pare aver dimenticato che anche Catania è stata colpita da una tromba d’aria e con ritardo ha inviato la richiesta dello stato di calamità agli organi competenti. Mentre ad Acireale per esempio si è proceduto subito ad attivare il Coc al fine di ricevere le segnalazioni dei danni, a Catania si brancola nel buio, in quanto gli uffici comunali della Protezione civile non hanno idea della stima dei danni”.

Questa la denuncia del coordinatore della Sicilia orientale di Fratelli d’Italia AN, Sandro Pappalardo, e del dirigente nazionale Luciano Zuccarello, dopo aver effettuato un sopralluogo in città e incontrato gruppi di cittadini colpiti dalla tromba d’aria che temono che il danno di subire anche la beffa da parte della Giunta comunale piena di proclami sensazionalistici ma priva di interventi concreti. Si coglie anche l’occasione per porgere pubblicamente i ringraziamenti a Vigili del Fuoco,Enel ,Telecom e illuminazione pubblica per gli interventi immediati con ripristino delle utenze e messa in sicurezza dei luoghi colpiti.

Scrivi