PALERMO . Con oltre un milione di quintali Siracusa ha il primato siciliano della produzione di patate primaticce. In Sicilia complessivamente nel 2013 sono stati raccolti più di  un milione e mezzo di quintali. “Il consumo di quest’ortaggio – affermano il presidente e il direttore della Coldiretti siciliana, Alessandro Chiarelli e Giuseppe Campione  – è diffusissimo nella nostra regione e per questo è necessario assicurarsi sempre della provenienza per evitare e smascherare truffe a discapito dei produttori siciliani che in questo tubero investono e che rappresenta la base economica di molte zone.  Bisogna sempre accertarsi della provenienza – affermano – perché la produzione siciliana, qualitativamente all’avanguardia,  subisce il danno di una massiccia importazione che penalizza i produttori siciliani limitando negli ultimi anni la coltivazione. Nel 2012 era di 9.059 ettari, lo scorso anno invece 8.312. Anche per la patata comune si è passati da una superficie di 2.177 ettari a 2.044 ettari e si teme che questa erosione produttiva continui perché la riduzione  riguarda tutte le province. Finito il prodotto locale, insufficiente a coprire le richieste del mercato occorre sempre capire da dove arriva e prediligere in ogni caso la produzione italiana”,   concludono.

Scrivi