imgselt

 

Venti notti si rigirò nel letto

Rimuginando. Infine si decise:

“Sapete cosa c’è? Non mi dimetto.

A chi, malvagio all’angolo mi mise

 

Io certo non darò soddisfazioni…

Cambio idea e gli dico “no, non voglio!

Ci ho ripensato. Niente dimissioni.”

Amici miei, per stare in Campidoglio

 

Bisogna saper fare marcia indietro

Non sono serie le abdicazioni

Che mettono in pericolo il didietro

Ma son come la pelle dei… marroni

 

che s’allunga, ma anche si ritira

secondo convenienza ed occasioni

e se aria calda o fredda intorno spira.

A criticare tutti siamo buoni…

 

E poi, non vedete che sostegno?

I cartelli “Marì nun te n’andà”?

Tanta gente mi ama, e questo è segno

Che nella Roma mia qualcosa va.

 

Come dite? Fra quei sostenitori

Ci sono qui e là ad arte sparse

Persone che vorrebbero favori

E di Cinecittà pure comparse?

 

Siete brutte persone, come quelle

Che dicon che la gente che protesta

Lo fa perché ha timor che i Cinque Stelle

In Comune rovinino la festa.

 

Mai io non cederò. Che non si aspetti

Nessuno che io torni a far trapianti,

Ho ben altri magnifici progetti,

Se lo mettano in testa tutti quanti.

 

Intanto scalzerò Renzi Matteo

E gli dirò “Chi è che rottama chi?

Sai che succede, Renzi? Marameo,

Non sei più tu il signore del PiDì”.

 

Ma non finisce qui. Il mio apogeo

Raggiungerò grazie al gran Bergoglio

Che mi ha promesso che dopo il Giubileo

Mi inviterà a seder sul Sacro Soglio.

 

Cosa ho fumato? Ma niente, ve lo giuro,

E non ditemi che son cose da pazzi…

Non c’è da preoccuparsi, vi assicuro

È che… mi piace viver nei palazzi.

Carlo Barbieri

 

Scrivi