Massimo Lopez: “La Sicilia è una medicina che fa bene”

di Elisa Guccione

Foto Servizio Vincenzo Musumeci

Ph Vincenzo Musumeci

Ph Vincenzo Musumeci

CATANIA – Siamo giunti alla seconda puntata di “Meraviglioso” il nuovo show televisivo di Salvo La Rosa accolto con successo ed affetto da pubblico e critica, in onda tutti i martedì, ore 21.00, su TGS canale 15 per tutta la Sicilia, RTP canale 17 e 646 per Messina e Reggio Calabria e su Viva L’Italia canale 879 di Sky. Atteso ospite di questa nuova serata il poliedrico Massimo Lopez, che incontriamo subito dopo la prova sul palco del Teatro Abc tra tecnici, impiegati e ammiratori conquistati dalla sua straripante simpatia e affabilità.

È stato protagonista di “Tale e Quale Show” riscuotendo ottimi consensi. Come nascono i suoi personaggi?

“Tutto nasce dal Teatro. Ogni personaggio imitato è nato senza imposizioni, ho deciso di realizzarlo perché mi piaceva. È ovvio che nella trasmissione di Carlo Conti si dovevano realizzare i ruoli già predestinati, ma anche lì tutto si è svolto con gioia”.

Ogni sua imitazione è uno piccolo grande spettacolo. Quali sono state le scelte che l’hanno portata a intraprendere questa strada?

“Desideravo fare questo mestiere per vincere la timidezza, perché può sembrare strano ma in realtà sono un timido. Con la voce e le caratteristiche tipiche del personaggio imitato sono riuscito ad acquisire sicurezza fino ad arrivare ad esprimermi come me stesso sul palco”.

ph Vincenzo Musumeci

ph Vincenzo Musumeci

Tra i tanti ruoli interpretati qual è quello a cui è più legato?

“In ognuno c’è sempre una parte di me che mi chiama e mi attira ed è veramente difficile scegliere il preferito”.

Impossibile non ricordare l’esperienza con i colleghi Anna Marchesini e Tullio Solenghi. Insieme avete realizzato importanti spettacoli teatrali e televisivi. Ci sarà un possibile ritorno?

“Il Trio esiste, perchè siamo molto amici e ci sentiamo spesso. Pensiamo sempre di regalare al pubblico e a noi una reunion con uno spettacolo sullo stile dei “Promessi Sposi”. Pochi anni fa dopo il revival del 2008 pensavamo di fare una cosa del genere ma a causa dell’imperante crisi non avremmo potuto curare tutto alla perfezione e sarebbe stato realizzato un lavoro molto frettoloso, rischiando così di far rimpiangere il nostro passato e abbiamo preferito lasciare un bel ricordo”.

ph Vincenzo Musumeci

ph Vincenzo Musumeci

Comico, attore, cantante ed anche doppiatore. Ci spiega la differenza tra recitare su un palco o in televisione ed essere ad, ad esempio, la voce italiana di Homer Simpson?

“Il lavoro del doppiatore è molto simile a quello dell’attore, perché anche qui si deve interpretare un ruolo. La differenza sostanziale è solo una: eliminare tutto ciò che può portare all’identificazione della propria personalità. Bisogna capire e rispettare il carattere dell’attore che sta interpretando quel personaggio. Si deve essere capaci di variare la propria voce in base all’esigenze del film o del cartone animato”.

Cosa le piacerebbe fare che ancora non ha fatto?

“Il tronista di Uomini e Donne. So che dovrò studiare tanto per essere degno del trono”. (ride)

ph Vincenzo Musumeci

ph Vincenzo Musumeci

Prossimi impegni?

“Continuo il mio tour in giro per i teatri italiani con “Sing and Swing” con la big band Jazz Company in attesa di vagliare alcuni nuovi importanti progetti”.

Ritornerà in Sicilia?

“Chissà… Adoro questa terra magica dall’abbraccio generoso e caldo. Sono convinto che la Sicilia sia una medicina che vada presa tre volte al giorno, perché aiuta a stare meglio”.

Elisa Guccione

Foto Servizio Vincenzo Musumeci

Diffondi la notizia!Share on FacebookShare on Google+Share on LinkedInTweet about this on TwitterEmail this to someone

Scrivi