Coraggio, questa è la parola che guida il progetto “Master Foodie 2014 – Sicilia” che il 12 maggio vivrà la seconda tappa a Catania, dopo il successo ottenuto nel capoluogo siciliano poco meno di un mese fa. Coraggio perché è una manifestazione unica nel suo genere: è infatti un cooking show rivolto ai food bloggers siciliani, esperti in preparazioni culinarie di alto livello. Ma un discorso è cucinare per sé o per pochi amici e creare blogger di successo (e in taluni casi anche piatti), altra cosa è confrontasi fra i fornelli con “colleghi” all’interno di cucine professionali e far poi assaggiare le proprie preparazioni ai componenti di giuria tecnica e critica.

Coraggio è alla base di Master Foodie, idea nata da Alessandra Verzera, direttore della testata enogastronomia “Sceltedigusto.it” e dal suo editore Andrea Piovesan, in collaborazione con l’associazione culturale “Papille di Bacco”, il cui scopo è quello di dare il giusto merito e risalto a questi speciali “internauti” amanti della buona cucina, ma anche di toccare tutte le province siciliane, per parlare e proporre la cultura del cibo rigorosamente siciliano attraverso una formula collaudata e ricercata. Il coraggio ha guidato la scelta di svolgere la conferenza stampa, martedì 6 maggio alle ore 11:30 all’ingresso della Vecchia Dogana,  location che grazie al suo nuovo proprietario, Mario Paoluzi, vuole nascere e aprirsi alla città. Coraggio è il supporto che ogni location, sponsor, concorrente e collaboratore hanno nel sposare l’innovativo cooking show, che ha già avuto grande risalto stampa e tentativo di copia.

Andrea Piovesan, editore di  “Sceltedigusto.it"

Andrea Piovesan, editore di “Sceltedigusto.it”

Coraggio è ciò che hanno Gilda Sciortino, giornalista e responsabile ufficio stampa dell’evento, coadiuvata nell’organizzazione da Giuliana Avila Di Stefano, giornalista e addetta relazioni pubbliche, nello svolgere il loro lavoro con determinazione, simpatia e qualche volta scontro, ma sempre con l’obiettivo di un buon risultato comune. Ma il coraggio premia e la sera del lunedì 12 maggio si preannuncia glamour, di gusto e soprattutto di qualità, a partire dalla location, il ristorante Minà, in via Dusmet 2, all’interno della Vecchia Dogana, che con i suoi titolari, Antonio Bivona ed Elio Coniglione, ha creduto nel progetto, così come a Palermo aveva fatto – ed il tutto è stato altamente premiato – lo chef Natale Giunta all’interno del suo ristorante sito a Castello a Mare.

A giudicare i 5 futuri food bloggers, coadiuvate dai cuochi del ristorante, che prepareranno ognuna il loro piatto, creando in sinergia un intero menù, dall’antipasto al dolce, i componenti della giuria tecnica e critica, rispettivamente lo chef Peppe Giuffrè e la giornalista enogastronomica Alessandra Verzera, lo chef Natale Giunta, Domenico Privitera, vicepresidente della Federazione Cuochi Etnei di Catania; Giuseppe Ignoto, Bailli del Bailliage Catania de “La Chaine des Rôtisseurs”; Vittorio Cardaci, delegato  Fisar Catania; Luciano Graziano, GMR Amira Catania, Daniele Sgroi, Gambero Rosso Catania; Concetto Mannisi, segretario dell’Ordine dei Giornalisti di Sicilia; Rosetta Cartella, Accademia Italiana della Cucina; il PR Fulvio Pastorella e, Marella Ferrera, stilista che da sempre rappresenta la Sicilia nel mondo della moda, e conferma di essere un’eccellenza sia nelle sue creazioni sia nel supportare i giovani che vogliono investire sulle proprie idee. A intrattenere il pubblico il giornalista Antonio Iacona, esperto in enogastronomia, che guiderà la serata nella quale ci saranno premi prestigiosi anche per il pubblico in sala.

I voti della giuria, sommati a quelli della giuria popolare, composta da quanti acquisteranno il ticket per “partecipare alla serata, gustare e dare il proprio parere”, decreteranno il “Master Foodie” locale. Un’occasione importante, anche per quanti non fanno parte di questo mondo, per vivere un momento volto a promuovere e valorizzare la cucina siciliana e confermato dal patrocinio dato dal Comune di Catania, dall’Associazione Italiana Food Bloggers e dalla Fidapa della città etnea.

Master Foodie durante l’ultima tappa, vedrà nove (come le provincie siciliane) sfidanti che si scontreranno in una battaglia “all’ultimo mestolo” e che proclamerà il primo “Master Foodie 2014 – Sicilia”. Un’occasione veramente importante, per promuovere e valorizzare la cucina siciliana e per portarla in alto attraverso i prodotti più genuini e qualificati della nostra terra e far capire se da una passione può nascere – con la giusta preparazione – anche una professione.

Scrivi