Impreparato e pertanto bocciato perché nel giorno dell’inaugurazione dell’Expo, la fallimentare politica del suo Governo trova conferma nella libertà con la quale alcuni teppisti mascherati, facendosi beffa dell’intelligence e di chi avrebbe dovuto vigilare sull’evento, hanno messo a sacco e fuoco Milano. Se a questo aggiungete che nel mese di marzo il tasso di disoccupazione è tornato a salire e si attesta al 13%, il livello più alto da novembre dello scorso anno, e cresce anche la disoccupazione giovanile di 0,3 punti percentuali da febbraio al 43%, la frittata è servita. Aspettiamo con ansia un tranquillizzante tweet del presidente del Consiglio sull’ “Italia che cambia davvero”. In peggio.

A proposito dell'autore

Post correlati

Scrivi