4793_image5

La Guardia di Finanza di Mazara Del Vallo ha operato un nuovo sequestro di sigarette di contrabbando su un peschereccio battente bandiera tunisina.
Dopo quello avvenuto nei giorni scorsi le Fiamme Gialle, in collaborazione con il personale della dogana, hanno proceduto al sequestro di circa 374 stecche di sigarette di contrabbando e di oltre 16 mila litri di carburante.
Nel corso delle operazioni doganali di rito i finanzieri, ispezionando il motopesca, hanno rinvenuto numerose stecche non dichiarate riportanti la marca “Pine Blu”.
A quel punto è scattata la perquisizione dell’intera imbarcazione che ha consentito di scovare diverse centinaia di pacchetti di sigarette di varie marche (Marlboro Gold, Marlboro Rosse, American Legend, Pine Blue, 20 Mars International, The King Gold) ingegnosamente nascoste dall’equipaggio del peschereccio e destinate ad alimentare il mercato dell’intera provincia di Trapani con un ricavo per i contrabbandieri di oltre 25 mila euro.
Il sequestro segue quello di pochi giorni fa avvenuto sempre nel porto di Mazara del Vallo e conferma l’intuizione investigativa dei finanzieri mazaresi che ha portato ad intensificare l’azione di contrasto al contrabbando di tabacchi lavorati esteri. Il particolare modus operandi, consistente nell’impiegare le imbarcazioni da pesca per introdurre in Italia le sigarette di fabbricazione estera aggirando del tutto il regime di monopolio ed i controlli doganali, non è sfuggito quindi alla componente aeronavale (Sezione Operativa Navale di Mazara del Vallo) e della locale Tenenza, che sono intervenuti in entrambi i casi per ripristinare la legalità.
Oltre alle “bionde” è stata sottoposta a sequestro anche l’imbarcazione utilizzata per perpetrare il reato ed occultare il carico illegale. Sei persone dell’equipaggio, compreso l’armatore, sono state denunciate all’Autorità giudiziaria.
Inoltre è stato accertato che a bordo del primo natante era imbarcata una quantità di carburante decisamente superiore a quella dichiarata all’arrivo nel porto mazarese e per questo si è provveduto al sequestro di oltre 16 mila litri di carburante evidentemente destinato al consumo in frode.

A proposito dell'autore

Giornalista free lance - Educatore dell'infanzia

Comincia la sua carriera giornalistica scrivendo per il giornalino del liceo scientifico che frequenta. Entra a far parte della redazione catanese del Giornale di Sicilia, da cui non si è mai separato, nel 2005. Primo articolo ufficiale realizzato il 23 ottobre 2005 (a 19 anni ma il 31 ottobre sarebbero stati 20) per la gara di calcio di Prima categoria Calatabiano - Victoria 1-0. Dopo anni di studio e sacrifici ottiene la laurea in "Educatore dell'infanzia" nel 2013. Attualmente collabora anche con gds.it, con HercoleTv e con il mensile Il Cittadino Libero. Ama il cinema, i concerti, i viaggi e la buona musica. Ha visitato tutta la Sicilia, Malta, il Salento, Roma, Venezia, Milano, la Romagna, Firenze, Pisa, Lucca, Ascoli, Varese, Aosta, Caserta, Napoli, Perugia, Parigi, Barcellona, Basilea, Ginevra e Lugano. Lo sport in generale è la sua passione ma specialmente il calcio, la pallavolo, il basket e l'atletica leggera. Inoltre segue costantemente la cronaca nera, bianca e la politica.

Post correlati

Scrivi