Al centro culturale “Le Ciminiere” di Catania, nel Museo del Cinema, il produttore Ugo Piazza insieme ai registi Maurizio Diliberto e Bruna Masi hanno presentato in anteprima regionale il cortometraggio “Mercati Storici. Il cuore della Sicilia”. Il documentario girato tra le vie del famoso mercato “A Fera o Luni” di Catania e nei mercati “Ballarò” e “Vucciria” di Palermo, è stato prodotto dalla Piazza Group S.r.l di Palermo in collaborazione con la Regione Siciliana, Assessorato regionale al Turismo, Sicilia Film Commision, nell’ambito di Sensi Contemporanei Cinema.

Il progetto nasce dal produttore e amministratore unico di Piazza Group S.r.l., Ugo Piazza, e verrà inserito all’interno del format Sicilia Report Tv che ne prevede la diffusione sul territorio italiano ed internazionale, nonché la messa in onda su Video Regione, canale 16 del digitale terrestre. “La Sicilia ha bisogno di due cose: identità e verità. Da qui l’idea dei mercati storici, il cuore pulsante della Sicilia” dichiara Ugo Piazza. La voglia dunque di rappresentare e far conoscere le verità di un luogo dove culture, tradizioni, storie, sofferenza, degrado e speranza si incontrano. Uno spaccato della nostra terra concentrato in tre storie: Tommy e Irene, due extracomunitari africani che al mercato Ballarò di Palermo lavorano giorno e notte, quel mercato dove “i figli venuti dal mare” trovano il loro primo lavoro; e nonno Bernardo che ha iniziato a lavorare al mercato di Catania all’età di 14 anni ed oggi a 86 cede il posto ai nipoti. Palermo e Catania vengono raccontate da due voci fuori campo, la prima maschile e la seconda femminile. Le scene, girate in alta definizione, raccontano storie di accoglienza, di scambio culturale e di tradizione; da qui emergono i problemi legati alla crisi e all’illegalità. Tommy, che da sempre si fa chiamare Bruno “perché è giusto avere un nome italiano”, risente della crisi che oggi gli permette di guadagnare solo 20 euro al giorno. E nonno Bernardo denuncia l’abusivismo “perché prima c’erano più guardie ad aiutarti e sono in pochi oggi a pagare il suolo pubblico”.

I cambiamenti di un luogo di integrazione che rappresenta lavoro, famiglia, fatica e stile di vita, raccontati non più dalle istituzioni bensì attraverso lo sguardo e le storie di commercianti Sono intervenuti in occasione della proiezione che verrà ripetuta a Palermo giorno 18 aprile, Vittorio Lo Presti presidente di Pubbliservizi Spa, il deputato regionale Nino D’asero, lFrancesca Ganci segretario generale della Provincia regionale di Catania, e, in rappresentanza della Confcommercio di Catania, Anna Cavallotto presidente dell’Associazione librai. Moderatore dell’incontro Valeria Nicolosi.

Martina Strano

foto (2)

Scrivi