MESSINA – Nella mattinata di oggi, i militari del Nucleo Investigativo del Comando Provinciale dei Carabinieri di Messina, in collaborazione con personale delle Compagnie competenti per territorio, in Messina, Barcellona P.G., Falcone (ME), Siracusa, Caltagirone e Termini Imerese, nel corso dell’Operazione “GIOIA”, hanno dato esecuzione a 21 dei 23 provvedimenti cautelari per spaccio di droga, emessi dal Giudice per le Indagini Preliminari presso il Tribunale di Messina su richiesta della locale DDA, nei confronti di altrettanti soggetti.

Dei 23 provvedimenti cautelari, 14 prevedono la custodia in carcere e 9 agli arresti domiciliari, mentre 5 delle persone da arrestare sono già detenute per altra causa nei carceri di Siracusa, Termini Imerese e Caltagirone e sono stati raggiunti dai provvedimenti custodiali in argomento a cura del personale della locale Arma dei Carabinieri.

L’Operazione nasce grazie alle acquisizioni investigative maturate nel 2008 nel corso dell’indagine finalizzata alla cattura degli allora latitanti fratelli Mignacca (poi catturati nel novembre 2013 dallo stesso Nucleo Investigativo): da alcune conversazioni telefoniche di presunti favoreggiatori, infatti, era emerso un fiorente traffico di sostanze stupefacenti nella provincia di Messina.

Al vertice del sodalizio attivo nella fascia tirrenica, si collocava Carmelo Montrone che, attivamente collaborato dal fratello Daniele e da Domenico La Macchia, acquistava hashish ( in panetti da 100 gr ciascuno) dal cittadino marocchino Redouane Rahbib (con il quale collaborava lo zio Rachid Charfi, custode dello stupefacente perché detentore delle chiavi dell’edificio in cui venivano occultati i panetti).

Il gruppo in questione, per non incorrere in posti di blocco delle Forze dell’Ordine, si serviva di staffette rappresentate da Francesco Sidoti e Sebastiano Famà.

Lo sviluppo delle indagini ha consentito, poi, di identificare una seconda organizzazione capeggiata da Lucio Mazza, in collaborazione con il fratello Daniele, con Angelo Conti, e con una serie di spacciatori tra i quali il noto pregiudicato Angelo Aspri, Giuseppe Astuto, Nunzio Corridore, Antonino Casablanca (detto “Topolino”), Giacomo Pulejo e Pasquale Erba.

Le indagini hanno anche consentito di far luce su alcuni furti in abitazione commessi nel barcellonese e nel milazzese dai cittadini Marocchini in concorso con italiani, alcuni dei quali minori degli anni 18.

Sono stati, dunque, sequestrati circa 250 gr di hashish ed è stata arrestata in flagranza di reato una persona.

I NOMI:

DESTINATARI O.C.C. IN CARCERE
1.    RAHBIB Redouane, nato a El Fokra Khouribga (Marocco) il 20.11.1988.
2.    MONTRONE Carmelo, nato il 22.05.1987 a Messina.
3.    LA MACCHIA Domenico, nato il 16.4.1978 a Barcellona Pozzo di Gotto (ME).
4.    CHARFI Rachid, nato il 30.07.1988 in Marocco.
5.    MAZZA Lucio, nato il 4.8.1990 a Messina,
6.    CONTI Angelo, nato il 15.7.1990 a Messina.
7.    MAZZA Daniele, nato il 20.8.1993 a Messina.
8.    ASPRI Angelo, nato a Messina il 9.8.1983, già detenuto per altra causa presso il carcere di Messina
9.    ASTUTO Giuseppe, nato a Messina il 29.06.1990, già detenuto per altra causa presso il carcere di Termini Imerese;
10.    CORRIDORE Nunzio, nato a Messina 19.02.1977, già detenuto per altra causa presso il carcere di Termini Imerese;
11.    CASABLANCA Antonino, detto topolino, nato il 12.3.1976 a Messina, già detenuto per altra causa presso il carcere di Siracusa;
12.    PULEJO Giacomo, nato il 12.9.1981 a Messina.
13.    ERBA Pasquale, nato il 18.3.1967 a Messina, già detenuto per altra causa presso il carcere di Caltagirone;

DESTINATARI O.C.C. DOMICILIARI

1.    BAHLAL Mohammed (minore per taluni episodi delittuosi), nato il 19.5.1994 a Casablanca (Marocco).
2.    ACCETTA Domenico, nato a Messina il 25.10.1991.
3.    SIDOTI Francesco, nato il 10.1.1986 a Milazzo.
4.    FAMA’ Sebastiano, nato il 26.10.1991 a Messina.
5.    LO BIANCO Fabio Emanuele, nato il 5.2.1993 a Milazzo (ME).
6.    PALELLA Carmelo, nato il 19.1.1994 a Messina.
7.    QUATTROCCHI Pietro, nato il 4.6.1967 a Barcellona Pozzo di Gotto (ME).
8.    D’ALLURA Antonino, nato il 29.4.1993 a Barcellona Pozzo di Gotto (ME).

 

 

Scrivi