I giornalisti cattolici di Messina appartenenti all’UCSI, Unione Cattolica Stampa Italiana, hanno intitolato la loro sezione al decano dei giornalisti cattolici, Carmelo Garofalo, scomparso nel 2012,  nella mattinata di lunedì 4 aprile 2015 presso la Chiesa barocca dedicata a Maria e Gesù delle Trombe di via S. Giovanni Bosco. La cerimonia ha avuto inizio con il saluto alle autorità e la Santa Messa officiata da mons. Giò Tavilla, consulente ecclesiastico della sezione UCSI di Messina,  che ha ricordato le grandi virtù morali e professionali di Carmelo Garofalo. Dopo la Messa il presidente UCSI di Messina Crisostomo Lo Presti ha parlato di Carmelo Garofalo come fondatore e guida dei giornalisti cattolici siciliani. Il vice presidente dell’Ordine dei giornalisti, Santino Franchina, ha elogiato l’iniziativa dell’UCSI di Messina di intitolare la sezione ad un grande amico e giornalista, “oggi non potevo mancare a questo appuntamento per avere il piacere di ricordare l’amico Carmelo assieme a tutti voi”. La consigliera provinciale e regionale Laura Simoncini ha invece proposto alcuni stralci significativi della lectio magistralis tenuta da Garofalo nell’auditorium de “La Gazzetta del Sud” il 18 ottobre del 2011, in occasione dei suoi settant’anni di iscrizione all’ordine. “Il mio credo – affermò Garofalo – è stato un giornalismo autentico, senza padrini e senza padroni, voce libera, espressione soltanto dell’uomo responsabilmente impegnato nell’informazione. Il giornalismo, che ho insegnato ai giovani, va vissuto con passione e con gioioso sacrificio, per poter vivere eventi raramente possibili a tanti altri così come li ho vissuti io, incontrandomi con personalità illustri e autorevoli”.

L’Ucsina Mimma Cucinotta, componente dell’AGE (Associazione Giornalisti Europei), presieduta da Nuccio Fava, ha letto il messaggio inviato dal segretario nazionale Carmelo Occhino, per poi ricordare Garofalo insieme a Lorenza Mazzeo, Domenica Puleio e Maria Chiara Luca, che hanno lavorato per anni nella redazione de “L’Eco del Sud”, giornale storico fondato e diretto dall’indimenticato giornalista. Sono seguiti dei brevi interventi coordinati dal tesoriere dell’UCSI Marco Grassi, a cominciare dal presidente dell’Università della Terza età Basilio Maniaci, dal presidente del Club Unesco di Messina Santina Schepis e della direttrice della Casa di riposo “Pro Senectute” de “La Città del Ragazzo” Enza Trovato. Presenti all’evento il segretario dell’Assostampa peloritana Peppino Gulletta e il vice presidente UCSI Sicilia Domenico Interdonato. In conclusione il presidente Lo Presti ha consegnato la tessera di socia UCSI ad honorem alla giornalista Rosalba Garofalo, figlia del compianto Decano.
Subito dopo si è svolta la cerimonia della scopertura della targa, fatta da Rosalba Garofalo, attorniata dalle autorità locali, dai parenti e dai tanti amici e giornalisti, l’applauso finale e la foto di rito hanno coronato la felice riuscita dell’intera manifestazione.

Scrivi