MESSINA – Domani, venerdì 20, dalle ore 9, nel Salone delle Bandiere di Palazzo Zanca, si svolgerà il convegno “Il compostaggio, priorità per l’ambiente”, organizzato dall’Amministrazione comunale in collaborazione con Messinambiente S.p.a.. Nel corso dell’incontro saranno presentate relazioni da parte di esperti del settore, sull’esperienza di Messina e di altre realtà italiane, relative ai principali sistemi per una corretta gestione delle varie fasi del compostaggio. La frazione organica dei rifiuti urbani rappresenta in Sicilia la maggioranza relativa, circa il 40% del totale in termini di peso. Ancora più rilevante è in termini economici, visto che in Sicilia mancano impianti di compostaggio e spesso purtroppo il materiale finisce in discarica. Proprio per questo è importante promuovere l’autocompostaggio o la piccola impiantistica affinché possa ridurre lo spreco del materiale naturale con i problemi che comporta quando finisce nelle filiere dello smaltimento. Il vantaggio economico è anche delle famiglie che, grazie agli sgravi fiscali previsti dal Comune, possono ridurre anche la propria bolletta a fine anno. Accanto alle tecniche del compostaggio domestico ed industriale, negli ultimi anni, anche a Messina, si sono avviate esperienze di compostaggio di “comunità” che è necessario far conoscere ed ampliare il più possibile. Oltre a quella di Messina saranno illustrate altre realtà che hanno previsto l’utilizzo di macchine di dimensioni e costi ridotti, adatte al trattamento in loco di frazioni organiche prodotte da un condominio, da una mensa, da un hotel, da comunità isolate o nelle isole minori. Questa tipologia di macchine è ancora poco conosciuta in Italia e pone problematiche tecniche e normative nuove. Ciò nonostante il compostaggio di comunità è destinato ad affermarsi, ritagliandosi un notevole ruolo nella gestione sostenibile dei rifiuti. Il convegno ha l’obiettivo di illustrare e diffondere le opportunità offerte da questa tecnologia insieme ai suoi aspetti normativi ed economici. “Si tratta di un appuntamento importante per la città di Messina – affermano l’assessore all’Ambiente, Daniele Ialacqua, e l’amministratore di Messinambiente, Alessio Ciacci – perché questi temi ci aiutano a costruire una città più sostenibile, al contempo vogliamo lanciare un appello alla Regione affinché faccia il possibile per chiudere lo scandalo di impianti di compostaggio realizzati e da troppi anni in attesa di entrare in funzione”. Sul sito www.messinambiente.it il programma completo dell’iniziativa e i contatti per informazioni e richieste.

Scrivi