L’8 e il 9 novembre da “I 5 malti” a Messina. Il Movimento birraio italiano trasforma per due giorni Messina nella capitale italiana di chi la birra se la fa in casa.

Alle prime armi, esperti, amatori e sperimentatori. Sono loro invitati sabato 8 e domenica 9 novembre da I 5 malti in piazza del duomo 7 per un doppio appuntamento tra gli appassionati della bevanda tratta dall’orzo e dal luppolo, che la birra amano farsela tra le mura domestiche.

01234

Si comincia sabato 8 alle 10, con il “Corso tecnico pratico per homebrewers con cotta in diretta – ovvero imparare a farsi la birra in casa”. Massimo Faraggi guiderà gli iscritti in un percorso che spiegherà tutte le fasi della birrificazione all-grain, dalla macinazione alla fermentazione, realizzando una cotta servendosi di un’attrezzatura casalinga. Partecipare costa 75 euro. La quota prevede, oltre al corso: il pranzo, il libro “La tua birra fatta in casa” e l’iscrizione per un anno al MoBi, il Movimento birraio italiano. Per iscriversi: www.movimentobirra.it.

Il giorno successivo, sempre dalle 10, il locale si trasformerà in una sorta di ring virtuale tra homebrewer, dove artigiani della birra fatta in casa da tutta Italia, entreranno in competizione per capire chi è il migliore in Italia. Le uniche armi a disposizione saranno le bottiglie di birra da versare e i boccali. Una commissione fatta di esperti ‘beer taster’ determinerà, seguendo gli standard ufficiali del Mo-Bi, il prodotto più valido. Presiede la giuria Lorenzo Dabove, in arte Kuaska, con i giudici Massimo Faraggi, Ivan Fila e Francesco Donato.

«L’evento ha una importanza rilevante a livello nazionale – dice Carlo Canegallo, presidente del MoBi – e il nostro obiettivo è promuovere la cultura della birra e diffonderla sul territorio ».

«Al’interno della gara – dice Marco Altamore, presidente dell’Associazione Homebrewer siciliani – ci sarà un angolo dedicato ai birrifici e ai loro prodotti»

Alla gara ci si può ancora iscrivere attraverso il sito www.hobbybirra.info alla voce “Concorsi Sicilia”. Il regolamento è sul sito

Scrivi