MESSINA – Maxi sequestro di beni nel messinese. Un patrimonio stimato in 1,3 milioni di euro è stato sequestrato dalla Dia di Messina, supportata dal Centro operativo di Catania, su disposizione del Tribunale della Città dello Stretto, all’imprenditore Salvatore Santalucia, di 62 anni.

Originario di Roccella Valdemone, Santalucia opera nel settore del movimento terra e della produzione del calcestruzzo. Il provvedimento riguarda terreni e fabbricati. Nei confronti dell’imprenditore era stato già eseguito un sequestro di beni il 15 dicembre del 2015, per complessivi 27 milioni di euro. La disposizione era partita sempre dal Tribunale di Messina, su proposta del direttore della Dia Nunzio Ferla.

Diffondi la notizia!Share on FacebookShare on Google+Share on LinkedInTweet about this on TwitterEmail this to someone

Scrivi