Rachele Gerace

MESSINA – Si è rivelata una clamorosa bufala, la notizia apparsa  su alcuni quotidiani locali circa la presunta programmazione, da parte dell’Ente Teatro Vittorio Emanuele, dello spettacolo di Fiorello “L’ora del Rosario” al Palasport, domenica 13 dicembre. L’evento, insieme al consueto Capodanno in piazza Duomo (a pagamento però), sarebbe servito a sanare un bilancio al momento traballante.

Tempestiva è arrivata la smentita oltre che dello stesso showman il quale ha affermato di non avere ancora il dono dell’ubiquità, del Presidente dell’Ente, Maurizio Puglisi, con una breve nota in cui precisa che: “il CDA dell’EAR Teatro di Messina non ha mai deliberato nulla in tal senso … stante, peraltro, che nello stesso giorno Rosario Fiorello sarà a Palermo con il suo spettacolo. Ci farebbe molto piacere – ha concluso Puglisi – ospitare ancora una volta Rosario a Messina e vedremo di poter realizzare tale progetto nel prossimo futuro”.

Resta comunque incerta l’origine della clamorosa “svista”, sempre che di errore possa trattarsi. Pare, infatti, che fosse stata fatta la previsione di un costo medio a biglietto di 40 euro per una capienza totale di seimila posti; ne sarebbe derivato un introito di circa 180 mila euro.

Sembra comunque che il Fiore nazionale non fosse l’unico ignaro della tappa messinese del suo tour teatrale; anche l’assessore alla cultura della città, Tonino Perna, ha dichiarato di non essere mai stato contattato dall’Ente Teatro in merito a questo evento e al Capodanno in Piazza e che, qualora lo avessero fatto, non avrebbe potuto avallare una simile iniziativa per il semplice fatto che “la piazza del Duomo è il cuore di una città aperto a tutti e non si può chiedere di pagare per una serata promossa dal Comune in questa location”…. Eppure nella delibera dello scorso 30 novembre i due eventi risultavano regolarmente inseriti nella programmazione!!!!

Diffondi la notizia!Share on FacebookShare on Google+Share on LinkedInTweet about this on TwitterEmail this to someone

Scrivi