MESSINA – A seguito della seduta di ieri del Consiglio comunale relativo al futuro della Zona Falcata, l’Amministrazione comunale ha tracciato un bilancio dell’incontro in Aula con i consiglieri: “Si è trattato di un confronto lungo e caratterizzato da un tono sereno e costruttivo – ha dichiarato l’assessore all’Urbanistica, Sergio De Cola, – è stato presentato un ordine del giorno in linea col pensiero dell’Amministrazione comunale. C’è stato un clima positivo e sul futuro di un’area così importante ci muoviamo quasi completamente in sintonia. Noi abbiamo illustrato le linee guida del documento che stiamo redigendo in questi giorni con l’Autorità Portuale con la quale domani, venerdì 5, procederemo alla firma a Messina dell’atto che definisce i parametri urbanistici del Piano d’Inquadramento Operativo. Tutto procede secondo i tempi previsti e nel documento si evidenzia che la Zona Falcata deve essere aperta a tutti, valorizzando lo spazio pubblico e i monumenti già esistenti, e prevedendo che i volumi adeguati siano inferiori a quelli attualmente previsti dal Piano Regolatore del Porto ai fini della fruizione da parte della collettività”. Di pomeriggio l’Amministrazione comunale ha tenuto, nel Salone delle Bandiere di Palazzo Zanca, un incontro pubblico sul tema “Il futuro della Zona Falcata”, alla presenza del sindaco, Renato Accorinti, e della Giunta comunale. L’assessore De Cola ha evidenziato che: “Dopo avere illustrato i contenuti dell’accordo abbiamo raccolto una serie di sollecitazioni. Alla riunione aperta alla città sono intervenuti, tra gli altri, i rappresentanti della piattaforma ”Il Mare Negato”, che nel corso dei loro interventi hanno chiesto ulteriori rassicurazioni e limitazioni circa le possibilità d’uso di queste aree. L’Amministrazione comunale ha recepito le loro istanze da sottoporre all’accordo con l’Autorità Portuale”.

Diffondi la notizia!Share on FacebookShare on Google+Share on LinkedInTweet about this on TwitterEmail this to someone

Scrivi