MESSINA – Sembrava ormai sciolta l’assemblea del clero tenutasi ieri mattina in Cattedrale quando, dopo il momento giubilare vissuto e già qualche sacerdote stava per andare via, monsignor Benigno Luigi Papa ha stupito tutti dicendo: “Annuntio vobis gaudium magnum, colui che il Signore ha scelto attraverso Papa Francesco”. Con queste parole, alle ore 11,45, poco prima che venisse ufficializzata dalla Sala stampa vaticana, l’amministratore apostolica annunciava ai sacerdoti presenti la nomina del nuovo pastore dell’Arcidiocesi di Messina, Lipari, Santa Lucia del Mela, il reverendo monsignor Giovanni Accolla del clero di Siracusa.

Una notizia che si rincorreva ormai da giorni. Tante le supposizioni, anche se solo da mercoledì pomeriggio tra i papabili era comparso il nome del sacerdote siracusano. Visibilmente commosso, monsignor Papa, ha invitato i confratelli sacerdoti a inviare due messaggi, uno al Santo Padre, per ringraziarlo della scelta del pastore, e un altro al nuovo presule, per “manifestare la gioia condivisa e la filiale accoglienza unita alla disponibilità nell’intraprendere un cammino di crescita e rinascita per la chiesa messinese”.

Monsignor Giovanni Accolla è nato a Siracusa il 29 agosto 1951 ed ha compiuto gli studi teologici presso il seminario arcivescovile di Siracusa, dove è stato ordinato presbitero il 13 aprile 1977. Dopo l’ordinazione è stato nominato vicario cooperatore nella parrocchia della Cattedrale e officiale di Curia. Ha ricoperto l’incarico di economo diocesano, direttore della Caritas e, nell’ultimo periodo di direttore dell’Ufficio per i beni architettonici e l’edilizia di culto; dal 2004, per lo stesso settore, è stato nominato membro del comitato CEI. Dal marzo 2001 è stato  parroco della chiesa di San Giacomo ai Miracoli in Ortigia e presidente della Fondazione Sant’Angela Merici. Dal 2000 al 2004 è stato inoltre economo dello Studio Teologico San Paolo di Catania.

Tra i sacerdoti presenti in Cattedrale ancora increduli, tante le reazioni che si coglievano sui loro volti: gioia per la fine di un’attesa durata più di un anno e curiosità rispetto al neo nominato che quasi nessuno conosce personalmente, ma anche tanta nostalgica gratitudine nei confronti di monsignor Papa che, paternamente e saggiamente, in questi cinque mesi non ha mai fatto mai mancare la presenza responsabile e amorevole di un pastore. Monsignor Salvatore Pappalardo, arcivescovo di Siracusa, raggiunto telefonicamente ha detto di essere felice per la scelta di questo suo sacerdote umile e volenteroso, ricordando che già il servo di Dio Giuseppe Guarino da arcivescovo di Siracusa era stato designato nel 1875 presule a Messina. Sui tempi dell’avvicendamento, legati alla nomina episcopale di monsignor Accolla che potrebbe avvenire a Siracusa nelle prossime settimane e le consegne con monsignor Papa, sicuramente il nuovo arcivescovo si insedierà ufficialmente a Messina a Gennaio 2017, secondo quanto lui stesso ha dichiarato.

Tra le attestazioni di gioia per l’avvenuta nomina pastorale, anche quella dell’onorevole Ardizzone, che avendo subito raggiunto telefonicamente monsignor Accolla ha dichiarato: “La decisione di Papa Francesco di puntare sui parroci è sicuramente un segnale positivo di rinnovamento e grande vicinanza alle comunità ecclesiali”. Ardizzone ha poi rivolto un pensiero di gratitudine ai vescovi Papa e Raspanti che hanno accompagnato la chiesa messinese in questo periodo di transizione.


-- SCARICA IL PDF DI: Messina, Giovanni Accolla è il nuovo arcivescovo --


Diffondi la notizia!Share on FacebookShare on Google+Share on LinkedInTweet about this on TwitterEmail this to someone

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata