E’ scattata alle prime ore del mattino l’operazione “Tris” che ha permesso di sgominare una banda che inscenava finti sinistri. Gli uomini della sezione Infortunistica della Polizia Municipale di Messina e i Carabinieri della Compagnia di Messina Sud hanno eseguito 20 misure cautelari a vario titolo per associazione a delinquere finalizzata alla reiterata simulazione di falsi incidenti stradali. In totale sono 52 gli indagati di cui 32 sono stati denunciati a piede libero.
L’attività è stata svolta in esecuzione di un provvedimento di misura cautelare emesso dal Gip del Tribunale messinese Maria Arena, su richiesta del Sostituto Procuratore della Repubblica Antonio Carchietti. Per uno dei soggetti, Gaetano Molino (41 anni), l’Autorità giudiziaria ha disposto la custodia cautelare in carcere, per ulteriori 11, Mauro D’Angelo (25 anni), Adriano D’Angelo (24 anni), Antonina Lui (69 anni), Giuseppe De Leo (48 anni), Felicetta Smiraglia (49 anni), Carmelo Muscolino (24 anni), Maria Concetta Totaro (44 anni), Elisa Di Lauro (36 anni), Arcangelo Settimo (33 anni), Alessandro Munaò (41 anni) e Giuseppe Gangemi (25 anni, residente a Cartaceto PU) è stata disposta la misura degli arresti domiciliari mentre per i restanti 8 Carmela Alaimo (41 anni), Alessio Lanzafame (27 anni), Antonino Cucinotta (24 anni, pregiudicato), Paolo De Luca (58 anni), Francesco Bonanzinga (42 anni), Davide Galletta (37 anni), Umberto Di Blasi (46 anni) e Giovanni Ferrara (22 anni) vige la misura dell’obbligo di presentazione alla polizia giudiziaria.
Le indagini hanno avuto inizio nel maggio 2011 con l’accertamento da parte della Municipale della falsificazione di atti finalizzati alla realizzazione di incidenti stradali fittizi. Emergeva così l’esistenza di tre sinistri che presentavano forti analogie con uno effettivamente verificatosi nell’estate del 2010 e rilevato sempre dalla Municipale. Per questi falsi sinistri erano state già avanzate richieste risarcitorie alle compagnie assicurative con una di esse andata a buon fine per una liquidazione di 30 mila euro. L’attività investigativa degli inquirenti, supportata anche da perquisizioni, sequestri di documentazione e attività tecnica, ha portato all’analisi di centinaia di incidenti avvenuti in territorio comunale e al di fuori, permettendo di individuare l’esistenza di un sodalizio criminale dedito alla realizzazione di queste truffe con il coinvolgimento di altri indagati che prestavano la loro opera come testimoni o come soggetti direttamente coinvolti. Nel corso delle perquisizioni sono stati rinvenuti elementi tali da prefigurare la programmazione futura di altri falsi incidenti. Le persone coinvolte, per ottenere indebiti risarcimenti, hanno anche falsificato documentazione sanitaria e documenti d’identità ricorrendo in un caso ad uno scambio di persona in occasione di una visita medico-legale richiesta da una compagnia assicurativa. In un altro caso, invece, gli agenti del Corpo Municipale hanno bloccato un indebito risarcimento di oltre 200 mila euro.
Tutta l’attività è partita dall’arresto del novembre 2011 di Gaetano Molino che, per garantirsi l’impunità, non esitò a minacciare un Ispettore della Polizia Municipale al fine di farlo desistere dal suo intento. Le minacce hanno fruttato un maggiore impulso e profusione alla causa sfociando nell’operazione che si è conclusa oggi.
Alessandro Famà

A proposito dell'autore

Giornalista free lance - Educatore dell'infanzia

Comincia la sua carriera giornalistica scrivendo per il giornalino del liceo scientifico che frequenta. Entra a far parte della redazione catanese del Giornale di Sicilia, da cui non si è mai separato, nel 2005. Primo articolo ufficiale realizzato il 23 ottobre 2005 (a 19 anni ma il 31 ottobre sarebbero stati 20) per la gara di calcio di Prima categoria Calatabiano - Victoria 1-0. Dopo anni di studio e sacrifici ottiene la laurea in "Educatore dell'infanzia" nel 2013. Attualmente collabora anche con gds.it, con HercoleTv e con il mensile Il Cittadino Libero. Ama il cinema, i concerti, i viaggi e la buona musica. Ha visitato tutta la Sicilia, Malta, il Salento, Roma, Venezia, Milano, la Romagna, Firenze, Pisa, Lucca, Ascoli, Varese, Aosta, Caserta, Napoli, Perugia, Parigi, Barcellona, Basilea, Ginevra e Lugano. Lo sport in generale è la sua passione ma specialmente il calcio, la pallavolo, il basket e l'atletica leggera. Inoltre segue costantemente la cronaca nera, bianca e la politica.

Post correlati

Scrivi