Davvero un momento di grande instabilità in casa Messina, dopo la notizia della richiesta da parte della Procura della FIGC di squalificare il tecnico dei giallorossi, Arturo Di Napoli, per i prossimi 4 anni per le vicende che lo vedono coinvolto nel filone d’inchiesta sul calcioscommesse denominato “dirty soccer” e la sconfitta mortificante e terribile nella prima giornata del girone di ritorno del campionato di Lega Pro subita per mano del Benevento che ha rifilato al San Filippo una manita in faccia all’intera tifoseria oltre che alla squadra. Instabilità, dicevamo, ma quelle rimediate dai biancoscudati possono anche essere scoppole “salutari”, visto e considerato che adesso una reazione d’orgoglio da parte del gruppo è assai auspicabile. Dopo un girone d’andata comunque esaltante, con le incertezze che ad oggi inevitabilmente tengono con il fiato sospeso la Messina calcistica, diventa prioritario mantenere ben saldi i piedi per terra e cercare con le unghia e con i denti di compattarsi risalendo subito la china per non essere risucchiati nella zona bassa della graduatoria del Girone C. Settimane dunque decisive, quelle che verranno. Il mercato e i tribunali diranno molto sul futuro della squadra che comunque sul campo dovrà cambiare marcia.

(fonte foto acrmessina.it)

Diffondi la notizia!Share on FacebookShare on Google+Share on LinkedInTweet about this on TwitterEmail this to someone

Scrivi