MOTTA CAMASTRA (Messina) – “Nel paese delle noci elisir di lunga vita, tra le Gole Alcantara e Montagna grande “

Tutto pronto per l’edizione 2014 della XII Festa della Noce, in programma quest’anno dal 3 al 5 ottobre. Il piccolo borgo medievale e la comunità tutta  si prepara per l’evento. Il primo weekend di ottobre Motta Camastra diventa un grande laboratorio del gusto e un grande bazar tra vicoli e antiche casette che ispirano poeti e pittori.   Tre giorni di kermesse per sua eccellenza la “Noce di Motta”, conosciuta per le sue proprietà nutritive e organolettiche, così come accertato  da analisi di laboratorio, realizzate dal Dipartimento di Chimica Organica dell’Università di Messina”, con le quali  è stato appurato  che la “Noce di Motta Camastra” può contenere anche quantità di selenio cento volte maggiore rispetto a tutte le altri noci conosciute sul mercato italiano, quali la noce di Sorrento , la noce di Trento e la noce Californiana, selenio che allunga la vita nell’uomo, ed ecco perché è stata ribattezzata elisir di lunga vita.

Locandina copylow

Tre giorni tra i vicoli del caratteristico borgo medievale location di alcune scene simbolo del film “il Padrino”, dove centinaia di caratteristiche casette vengono trasformate in piccole botteghe per i prodotti della terra (noci, mele, verdure, sott’oli, sottoaceti, maccheroni fatti in casa, dolciumi,ecc.) realizzando “Motta in vetrina”, un grande bazar fatto di botteghe che vedono impegnati giovani e meno giovani.

Nel paese delle Gole Alcantara la comunità si trasforma in una grande comunità enogastronomica  per dar vita a tante iniziative che arricchiscono il programma degli eventi. Convegni, spettacoli di folklore, musica, visite guidate, costituiscono il programma ufficiale che viene affiancato dalle iniziative dei singoli cittadini ed associazioni in una cornice naturale che vede sullo sfondo la Valle Alcantara e Montagna Grande, due simboli per il turismo escursionistico in Sicilia. Così si riscopre l’artigianato locale, le tradizioni culturali e religiose, la pittura e la fotografia che racconta il piccolo centro a terrazza che domina tutta la Valle.

La noce diventa la protagonista in assoluto, dove sarà possibile gustarla al naturale o nei suo vari derivati come dolciumi, gelati, pesto,liquori, salsiccia e pane alle noci, ecc. Tre giorni di festa ma anche di analisi e studio sulle potenzialità offerte da questa frutta secca, e dall’agricoltura più in generale, attraverso convegni, pubblicazioni, confronto tra produttori ed istituzioni.

“ A parte la noce, già da tempo puntiamo a valorizzare tutti i nostri prodotti della terra, nel tentativo di ritornare veramente a quell’agricoltura a Km zero che ci permette di consumare alimenti e prodotti naturali appena raccolti” – dice il sindaco Claudio Bartucciotto.

Per info sul programma  :  http://www.comunemottacamastra.gov.it/

Scrivi