MESSINA – Forse si vede poco, perché il vizio del parcheggio in doppia fila è ancora terribilmente diffuso in città, ma l’utilizzo dello scout system (l’occhio elettronico dei Vigili Urbani montato sulle autovetture) nelle vie principali e di grande scorrimento urbano ha elevato 26.244 contravvenzioni dalla sua prima attivazione: 6.101 nel periodo agosto-dicembre 2014 e 20.143 nel periodo gennaio-novembre 2015. Nel complesso sono stati verbalizzati 1.015.514,00 Euro e incassati poco meno del 60% (589.572,80 Euro). Il Comando dei Vigili Urbani informa inoltre che i ricorsi sui verbali andati in contestazione sono stati tutti vinti dall’amministrazione, perché è stata sempre rilevata la correttezza anche formale delle operazioni di verbalizzazione e notificazione dell’infrazione. Dal primo novembre 2015 è anche attivo il secondo “occhio magico”, attrezzato per le verifiche su revisioni e assicurazioni delle autovetture. Attivo sulle vie principali della città, nel primo mese di utilizzo ha dato luogo a 213 segnalazioni per mancata ottemperanza. L’amministrazione formula l’auspicio che questa intensa e crescente opera di controllo e sanzione agisca per prevenire le violazioni e migliorare la fluidità del traffico urbano, a miglioramento della qualità della vita di Messina.

Diffondi la notizia!Share on FacebookShare on Google+Share on LinkedInTweet about this on TwitterEmail this to someone

Scrivi