Catania – Si è costituita l’associazione “Mete Onlus”, l’Associazione che promuove la campagna di sensibilizzazione “Sono Bambina, Non Una Sposa”. Il Presidente della Associazione è Giorgia Butera; VicePresidente-Segretario è Alessandra Lucca; Federica Simeoli è Consigliere-Delegato.

L’associazione assume nella propria denominazione la qualificazione di Organizzazione di

utilità sociale (Onlus), tutela diritti umani e valorizzazione del territorio. Mete sta ad indicare: Multiculturalism, Earth, Territory, Education.

La Campagna uscita il 21 Settembre 2014, ha raccolto un fortissimo consenso da parte dell’opinione pubblica; mediaticamente è stata seguita ed apprezzata a livello nazionale ed internazionale. E non ultimo, le Più Alte Istituzioni hanno manifestato importante apprezzamento attraverso Lettere di Encomio.

Da subito l’intento non è stato meramente ideologico, ma efficace nella sua concretezza.

La calendarizzazione si è subito diversificata tra azioni riguardanti sia il territorio estero, sia quello italiano.

Suole, Istituti penitenziari e SPRAR in Italia, stanno accogliendo con grande entusiasmo ed interesse la campagna. Si sta, anche, lavorando ad una imminente missione all’estero.

Confermata la presenza del Mete Team all’Expo di Milano 2015, dove in occasione di un Forum su Integrazione e Multiculturalità tra donne dell’Area Mediterranea, sarà dato ampio risalto e valorizzazione alla Campagna “Sono Bambina, Non Una Sposa”.

Il fenomeno delle spose bambine e dei matrimoni precoci e forzati interessa, in particolare, alcune zone del mondo; ma la ricaduta incide su tutto il territorio internazionale.

Il principio dal quale parte l’alto impegno messo in atto è lo squilibrio di genere, Uomo/Donna.

Grande soddisfazione da parte di Giorgia Butera, Alessandra Lucca e Federica Simeoli, per la nascita di “Mete Onlus”.

La Campagna è l’inizio di un percorso; tanto c’è da fare, tanto sarà fatto.

Così, Mete Team: “L’associazione è indipendente da Governi, istituzioni pubbliche, partiti o movimenti politici, confessioni religiose e altre organizzazioni di qualunque natura e opera nell’esclusivo perseguimento dei propri fini. Scopo dell’associazione è la promozione e protezione dei diritti umani in Italia ed all’estero, così come sanciti dalla Dichiarazione Universale dei Diritti dell’Uomo e, dai successivi strumenti normativi di carattere internazionale e nazionale. Promuoviamo cultura di pace, tutela dei diritti umani e rispetto dignità della persona, senza porre alcuna distinzione di genere.

Al centro della nostra missione è intraprendere dialogo costante con delegazioni di altri Paesi, partendo dalle Ambasciate, Consolati ed, associazioni territoriali, dove maggiormente la negazione dei diritti umani è dominante. È nostra cura attivare rapporti di collaborazione con le comunità estere, esistenti nei nostri territori.

Intendiamo documentare e raccontare, attraverso ogni strumento la realtà, realizzando reportage fotografici, dossier, video, book, mostre, convegni, analisi sociali ed economiche, monitoraggi, ricerca ed analisi sul campo e quant’altro possa essere utile alla conoscenza dei fatti. I risultati delle nostre indagini e ricerche saranno pubblicati al fine di divulgare conoscenza.

Forte attenzione è rivolta al tema dell’Integrazione e Multiculturalità.
Comunità e società sono i nostri microcosmi di riferimento.

Il nostro intervento parte dal territorio italiano, entrando in ogni contesto possibile, attraverso il dialogo ed il confronto.

Le scuole sono il nostro inizio, divenendo nel tempo il nostro futuro. Il diritto all’istruzione deve essere garantito per tutti.

Intendiamo occuparci dell’individuo inserito nella società nelle sue diverse declinazioni, soprattutto nelle accezioni moderne, come la protezione della sfera privata nell’era digitale.
Opereremo in termini di cooperazione e sviluppo socio culturale e territoriale.
Tutto ciò che riguarda la valorizzazione dei territori, partendo dal nostro, è di nostro interesse. I Focus primari, oltre quelli che riguardano i diritti umani, tout court, sono quelli legati ai temi giuridici, sanitari e di istruzione. Di nostro interesse è il cineturismo, ovvero, l’organizzazione di itinerari turistici nei territori dove sono state girate ed ambientate le produzioni e televisive nei vari territori. E poi, il mondo animale, in ogni suo aspetto. La nostra attività potrà svolgersi in ogni parte del mondo”.

Scrivi