CATANIA − La richiesta di convalida dei fermi di Mohammed Alì Malek e Mahmud Bikhit è stata inviata all’ufficio del giudice delle indagini preliminari che provvederà quindi entro le prossime 48 ore all’interrogatorio di garanzia e alla valutazione della misura cautelare della custodia in carcere, di cui è stata fatta richiesta.

Proseguono intanto gli esami dei sopravvissuti, dai quali risulta confermata la ricostruzione dei fatti sin qui operata e in particolare il fatto che coloro che si trovavano nei ponti inferiori sono stati chiusi all’interno dello scafo e che le porte sono state serrate.
Di conseguenza al capitano, Mohammed Alì Malek, è stato contestato anche il delitto di sequestro di persona, aggravato dalla presenza di minori. Nel pomeriggio si procederà all’interrogatorio degli indagati da parte del pubblico ministero. Gli incidenti probatori avranno luogo a partire dalla mattina di venerdì 24 aprile.

Si prega di diffondere l’indirizzo di posta elettronica dedicato ai congiunti o conoscenti di coloro che si misero in viaggio naufragio.wreck.procura.catania@giustizia.it al fine di contribuire alla conoscenza del numero e della identità delle vittime. Non sarà data risposta a messaggi che non abbiano questa provenienza e questo scopo.

Scrivi