PALERMO − L’Henry Davidson Award (che mutua il nome dal primo presidente della Lega delle Società di Croce Rossa, antenato dell’attuale Federazione) è un premio che, a partire dal 2003 e con cadenza biennale, è conferito alle Società Nazionali o agli individui che hanno reso servizi che hanno migliorato in maniera importante le vite delle persone vulnerabili . L’odierno riconoscimento attribuito dalla Federazione riguarda l’opera umanitaria resa dai Soci C.R.I.della Sicilia nei confronti delle persone migranti, nei porti, nei centri, nella lotta alle discriminazioni. Il Presidente Regionale CRI, Rosario Valastro,  ha inviato una lettera a tutti i Soci, spiegando come “non ci sono parole per spiegare appieno il senso di ammirazione che ho nei confronti di voi tutti, per quello che avete compiuto in questi anni e per avertrasformato l’ideale del nostro fondatore in azione verso chi ha più bisogno di aiuto. Non ho nessuna intenzione di sottolineare in questa sede i numeri – da esodo storico – dell’attività, degli sbarchi, delle persone assistite, delle attività svolte, dall’assistenza sanitaria alla distribuzione di beni di prima necessità, dal supporto psicologico ai ricongiungimenti familiari: desidero solo pensare a tutto ciò che avete visto con i vostri occhi, alle storie di vita vissuta che avete sentito, alle mani di uomini, donne e bambini che avete stretto. Già: uomini, donne e bambini, non numeri, non semplicemente “migranti”, ma persone da aiutare, senza se e senza ma “.
“Si è trattato, e si tratta, – ha proseguito il Presidente Regionale – di uno sforzo straordinario, nel quale non ci siamo mai sentiti soli, potendo contare sempre sull’affetto, la vicinanza e anche la disponibilità del Presidente Nazionale e dei membri del Comitato Centrale, dei Volontari C.R.I. delle altre regioni, che si sono messi a disposizione per darci una mano, dei membri della Federazione Internazionale e delle altre Società Nazionali. Non c’è stato un momento in cui ci siamo sentiti abbandonati o non considerati, e questo ci ha legati – ancora di più – a tutti coloro i quali hanno svolto l’identica attività nei porti delle altre regioni (Calabria, Campania, Puglia, Sardegna) o nei campi dove la C.R.I. ha reso la sua azione umanitaria in tutta la penisola, da Roma a Ventimiglia, da nord a sud.”, ha consluso il Presidente.

L’Henry Davidson Award sarà consegnato a Ginevra il 6 dicembre, durante i lavori dell’Assemblea Generale della Federazione Internazionale. Ai Presidenti dei Comitati C.R.I. è stato richiesto di organizzare una delegazione di Volontari e Dipendenti C.R.I. che possa prendere parte all’evento.

Per informazioni:
comunicazione@sicilia.cri.it
Diffondi la notizia!Share on FacebookShare on Google+Share on LinkedInTweet about this on TwitterEmail this to someone

Scrivi