MINEO − Dall’inizio del nostro mandato, più volte abbiamo manifestato che la situazione nel centro CARA di Mineo era in pessime condizioni. Con atti istituzionali abbiamo chiesto di intervenire per far rispettare il Patto per la Sicurezza siglato nel 2011, chiedendo l’aumento delle Forze dell’ordine e la diminuzione degli ospiti del CARA (massimo 2000), dichiara il consigliere comunale di Mineo,  Pietro Catania (Lista Musumeci).

Tutte le cariche Istituzionali, dal sindaco di Mineo al premier Renzi, sono a conoscenza della realtà del centro d’accoglienza più grande d’Europa. Non sono state considerate le nostre richieste e proteste. Resta l’amarezza per non aver potuto evitare una tragedia annunciata quale quella della morte dei coniugi Solano, uccisi barbaramente con una ferocia inaccettabile.

Mi auguro che la giustizia dia una condanna esemplare a chi ha commesso l’efferato omicidio. Con forza chiediamo al sindaco di Mineo di richiedere al prefetto di Catania la convocazione del Comitato per  l’ordine e la sicurezza pubblica. Pretendiamo maggiore sicurezza e richiediamo, nuovamente, l’aumento delle Forze dell’ordine e la diminuzione degli ospiti del CARA di Mineo, come previsto dal Patto per la Sicurezza.

Ci auguriamo che tutte le Istituzioni si mobilitino affinché simili tragedie non accadano più.

Esprimiamo vicinanza al dolore della famiglia Solano, conclude il consigliere Pietro Catania.

Scrivi