Dagli attivisti locali di Forza Nuova e del Comitato Salute e Territorio riceviamo e pubblichiamo

MINEO – È grave il silenzio di chi non mostra alcuna volontà di opporsi a speculazioni sulla pelle dei cittadini. Le grandi aziende hanno mezzi di persuasione molto efficaci nei confronti degli organi di decisione, ma in tante parti d’Italia le scomode verità sul rapporto tra politica e poteri forti stanno venendo alla luce.
Ormai da settiman10735709_10204897254181400_1454192321_ne si assiste al silenzio dell’Amministrazione di Mineo sul tema sollevato da cittadini del quartiere Sant’Agrippina con un esposto inoltrato a fine luglio. Più volte è stato chiesto quali sono le valutazioni del sindaco riguardo alla presenza delle antenne. Verrà concessa l’autorizzazione per installare una nuova antenna di telefonia mobile, molto vicina alle altre già installate?
La questione delle antenne di telefonia mobile merita un passaggio in Consiglio Comunale nella prima seduta utile. Possono essere portate in aula interpellanze o interrogazioni, o un punto all’ordine del giorno. Secondo il mandato ricevuto, tutti i consiglieri comunali hanno il dovere di rappresentare le problematiche dei cittadini e di confrontarsi nelle sedi democratiche alla ricerca delle soluzioni. In particolare, all’opposizione è affidato il ruolo di controllo e indirizzo sull’operato degli amministratori.
Già in tanti casi – anche di estrema serietà – l’Amministrazione è apparsa indifferente. Noi, promotori del Comitato Salute e Territorio in collaborazione con gli attivisti di Forza Nuova a Mineo, chiediamo ai consiglieri comunali di non prendere un tale cattivo esempio. Solo l’applicazione seria dei regolamenti comunali in materia e della legislazione nazionale potrà garantire che nulla sia fatto in danno della salute di tutti. Vigileremo a sostegno di un Consiglio Comunale che sia vera e utile espressione di democrazia, a salvaguardia del bene comune.

Scrivi