di Umberto Pioletti

Dal calcio al sollevamento pesi. Deciso a seguire le gesta di papà Giovanni, olimpionico e grande atleta di questa disciplina sportiva. Mirco Scarantino aveva cominciato la sua “vita” sportiva tirando quattro calci ad un pallone. Giocava nelle giovanili della Nissa, poi i provini per Roma e Avellino. Il football è ormai alle sue spalle. Il giovane diciannovenne fa sognare Caltanissetta, sua città natale, e tutta la Sicilia conquistando risultati e titoli a iosa nel sollevamento pesi. L’ultimo capolavoro in quel di Cipro. Il pesista nisseno ha vinto il secondo titolo Europeo consecutivo Juniores nella categoria fino a 56 kg. “Ringrazio le Fiamme Oro per avermi dato l’opportunità di preparare bene la rassegna continentale – afferma Mirco -.  Mirco con papà GiovanniQuesta vittoria la dedico alla mia famiglia e a mio padre Giovanni, che ha preso parte a tre Olimpiadi e mi segue costantemente. Nella scorsa stagione ho trionfato a Tallin in Estonia. Fare il bis è davvero stupendo”.

Quali sono i tuoi prossimi importanti impegni sportivi?

“Il 13 e 14 dicembre c’è l’ultima gara dell’anno, i campionati italiani Assoluti a Bari. Ora mi godo un po’ di relax a Caltanissetta e poi comincerò a prepararmi al meglio”.

L’obiettivo è “volare” a Rio De Janeiro per le prossime Olimpiadi.

“Ho preso parte ai Giochi di Londra e vorrei tanto ripetere questa splendida esperienza. Dovrò entrare nei primi quindici al mondo Assoluti. Mi aspetta quindi un anno intenso di allenamenti e gare. Alle Olimpiadi vogliono andarci per la seconda volta consecutiva”.

Quale successo ricordi con maggiore piacere?

“Tutti. Sono quattro anni che vinco in Europa. Titolo Under 17 nel 2011 e nel 2012, Juniores nel 2013 e nel 2014. Sono stato anche vicecampione Europeo Senior in Israele. Mi ha, invece, lasciato l’amaro in bocca la partecipazione ai Mondiali in Kazakistan. Tre prove nulle, una giornata da dimenticare. Ma mi rifarò”.

Pratichi uno sport duro, faticoso. Quanti sacrifici sostieni?

“Mi alleno tre volte al giorno. E’ un lavoro pesante, ma salire in pedana mi dà grandi soddisfazioni. Questo è uno sport che fa muovere tutti i muscoli del corpo. Ed è studiato che fa bene. E’ una disciplina completa. Abbiamo poi ottime strutture per allenarci. Io mi trovo bene con le Fiamme Oro a Roma al Centro preparazione olimpica del Coni all’Acquacetosa”.

A Caltanissetta c’è un’ottima scuola di pesistica.

“Sì. La mia città ha sfornato grandi talenti come mio padre in passato, adesso Genny Pagliaro e la sorella Alessandra, Eva Giganti. Una bella tradizione”.

Tanto sport, allenamenti, gare in giro per il mondo. Cosa fa Mirco Scarantino nel tempo libero?

Beh, tempo libero ne ho proprio poco. Lo trascorro nella mia città con la fidanzata Fabiola. Ogni tanto una partitella a calcio con gli amici. Così per divertirmi e non perdere il vizio del gol…”.

Scrivi