di AlessandroFamà

I Carabinieri della locale Tenenza hanno arrestato in flagranza di reato tre persone, un uomo e due donne rispettivamente di 42, 48 e 35 anni, per lesioni personali aggravate.
Ieri intorno alle 17, in via Torino, due uomini di 45 e 51 anni, si sono presentati a casa degli zii per discutere di alcuni beni mobili ereditati dalla famiglia a seguito del decesso di un loro parente. La discussione improvvisamente si è animata fino a degenerare nel preciso istante in cui i figli della coppia, l’uomo e le due donne arrestati, cugini dei due individui hanno aggredito violentemente i malcapitati colpendoli con calci, pugni e aiutandosi con dei caschi da moto. Fortunatamente qualcuno ha avvisato le Forze dell’ordine che giunte sul posto sono riuscite a fermare la furia degli aggressori scongiurando conseguenze ben più gravi.
Le vittime, soccorse dal personale dell’ambulanza del 118 intervenuta sul posto, sono state trasportate all’Ospedale Garibaldi centro dove il personale medico ha redatto questo bollettino: il 45enne ha ravvisato un trauma cranico ed un trauma al secondo dito della mano destra giudicati guaribili in 8 giorni ed è stato dimesso mentre il 51enne ha riportato un trauma cranico con conseguente ematoma cerebrale, è stato sottoposto d’urgenza ad intervento chirurgico e tuttora è ricoverato nel reparto di terapia intensiva in prognosi riservata.
Gli arrestati, al momento, sono stati posti agli arresti domiciliari.
Alessandro Famà

Scrivi