Omicidio_misterbianco_1feb2016

Misterbianco – Una donna di 41 anni è stata trovata morta in casa, con evidenti segni di ecchimosi, si ipotizza una morte da strangolamento.

A trovarla, ieri sera, è stata la madre, che dopo aver tentato invano di contattarla ha deciso di recarsi a casa della vittima, servendosi di un doppia copia della chiave.

Luana Finocchiaro, questo il nome della giovane donna, era riversa a terra, accanto al letto e il suo corpo esanime pieno di lividi.

Separata e madre di tre figli maschi, di cui i primi due nati dal precedente matrimonio e il terzo figlio maschio di appena quattro anni, nato dalla relazione in corso.

La donna abitante in via G. Garibaldi 648 a Misterbianco, pare conoscesse il suo assassino, infatti non vi è alcun segno di effrazione in casa, gli investigatori stanno indagando scrupolosamente sulla sua vita privata per poter risalire all’omicida.

Intanto, nella serata di ieri, l’ex convivente, un uomo di 37 anni, è stato fermato e condotto in caserma per essere interrogato alla presenza del sostituto procuratore di Catania, Alessia Natale.

L’uomo non ha ancora confessato, ma pare che, sia stato denunciato più volte per maltrattamenti e il movente del violento gesto sarebbe da ricercare nella lite scaturita da gelosia e dalle controversie risalenti alla gestione del figlio.

Sull’accaduto indagano i Carabinieri della Compagnia di Fontanarossa e il Nucleo Operativo, restiamo dunque in attesa degli ulteriori sviluppi e chiarimenti sull’ennesimo caso di femminicidio.

Anna Agata Mazzeo

Diffondi la notizia!Share on FacebookShare on Google+Share on LinkedInTweet about this on TwitterEmail this to someone

Scrivi