Moda, Francesca Abate una collezione dedicata alla “Vita”

 di Martina Strano

CATANIA – Venerdì 5 giugno alle ore 20, il Palazzo Biscari, sarà ancora una volta lo scenario perfetto per la presentazione di una meravigliosa collezione, la prima della fashion designer ventisettenne di origini catanesi, Francesca Abate.

Il nome scelto per la collezione è “Vita”, concetto con il quale l fashion designer racchiude tutto ciò in cui crede: la volontà di perseguire i propri sogni senza abbandonarli, senza arrendersi, e la necessità di tutelare il proprio corpo nel migliore dei modi.

“Vita” è dunque «Un vero e proprio cammino tra i ricordi che ripercorre la vita di molte donne;» spiega Francesca Abate «si parte dall’infanzia, quando incuriosite e ingenue trascorrevamo ore a provare le scarpe, i vestiti e i gioielli delle nostre mamme, e si giunge, gradualmente, all’età adulta, quando si prende consapevolezza della propria femminilità.» Ed è proprio nella successione degli abiti che sfileranno in passerella, giorno 5 Giugno, che ritroviamo questo percorso: i tagli moderni dei primi si modificano via via in linee sinuose, e si arricchiscono di elementi preziosi, per poi concludersi con una delle massime espressioni di eleganza e romanticismo, ovvero l’abito da sposa.

Tulle ricamati, pizzi e pura seta – tutti rigorosamente “Made in Italy” – danno vita a pezzi unici di tradizione squisitamente sartoriale, curati in ogni dettaglio. Turchese, bianco e nero sono i colori dominanti degli abiti, destinati ad una donna femminile e decisa che non ha paura di mostrare se stessa con un mood elegante e raffinato.

Francesca Abate, appassionata di moda sin da bambina, dopo la laurea in Infermieristica decide di frequentare un corso di Fashion design all’Accademia Euromediterranea di Catania. Un’esperienza che le ha permesso di collaborare con alcune agenzie di moda, occupandosi dello styling durante le sfilate, e di curare una rubrica di stili e tendenze per una testata locale. Oggi è pronta per dar vita al suo grande e ambizioso progetto: una nuova azienda di moda che porta il suo nome, Francesca Abate Haute Couture.

«Vita è…prendersene cura», il motto di Francesca Abate, che per questo suo debutto sceglie di sostenere una causa a lei tanto cara già dal 2012 quando dedicò la sua tesi di laurea in Infermieristica al ruolo della comunicazione nella prevenzione dell’AIDS e delle malattie sessualmente trasmissibili. Durante l’evento, infatti, sarà presente la Lila (Lega italiana per la lotta contro l’Aids), associazione onlus che opera dal 1987 sul territorio nazionale, con l’intervento del presidente di Catania Luciano Nigro e la distribuzione di materiale informativo.

Per il suo ingresso nell’alta moda Francesca Abate potrà contare su un team di professionisti: Daniele Spitaleri curerà l’allestimento e la scenografia, Giuseppe De Francesco la fotografia e l’adv; Rodrigo Paolo Giaimis Ramos lo styling, Corrado Trincali il make up, Paolo Sorbello l’hair styling.

Martina Strano

A proposito dell'autore

La prima parola che ho insegnato a mia sorella che oggi ha 8 anni? Cardigan. Per me la moda è ispirazione, conoscenza, originalità e passione. Ed è di questo che amo scrivere. Amo raccontare senza alcun filtro ciò che vedo. Proprio come la Schiap, le due parole che non rientrano nel mio vocabolario sono Proibito e Impossibile. Ma sicuramente troverete spesso Louboutin e Chanel.

Post correlati

Scrivi