_MG_0283In ogni donna c’è una storia che Modhair trasforma in favola

di Martina Strano

CATANIA – Da oltre vent’anni Antonio Cristaldi lavora per la bellezza delle donne, muse ispiratrici di ogni sua creazione, di ogni sua acconciatura. Modhair è lo studio che insieme alla moglie Anna, decide di aprire nell’ormai lontano 1988 in via Messina a Catania. Una passione che nasce per caso, da adolescente, quando durante l’estate del primo anno delle scuole superiori, decide di lavorare come apprendista in un salone di un amico del padre. Una passione che si trasforma in lavoro che vede Antonio Cristaldi costantemente impegnato nella ricerca del bello assoluto e naturale, che partendo dalle esigenze delle clienti, sboccia nell’incontro tra l’essenza naturale della donna e la sua bellezza innata. Le sue idee Antonio le ha sempre avute chiare e nel 2003 apre un nuovo studio a Catania in Via del Rotolo 22, il salto di qualità che comporterà il successo dei due hair stylists. «Ci siamo specializzati sempre più nel nostro settore, perché è sempre in evoluzione, in movimento, alla ricerca dell’ultima tendenza. Ho lavorato molto su me stesso, ho fatto molti corsi di comunicazione, stati dell’io, perché nel nostro lavoro è fondamentale essere se stessi e devi essere in grado di avere una visione della donna che va oltre, così riesci a dare i consigli giusti. L’ottimismo e la positività aiutano tanto, e devi lasciare da parte la stanchezza perché hai davanti delle clienti e devi essere il più lucido possibile per dare loro il massimo. Devi essere bravo a fare uscire fuori quello che la cliente desidera veramente e in questo è fondamentale l’ascolto. Dall’apertura del nuovo salone la mia vita e quella di mia moglie è cambiata, così come la nostra clientela; partecipiamo a diverse competizioni nazionali di bellezza sulle prestigiose pedane del mondo della moda e alle manifestazioni più importanti della nostra città.» Antonio e Anna Cristaldi, partner di Wella, sono affiliati del gruppo Art Hair Studios, di cui Antonio è presidente, e sono membri della ristretta rosa di professionisti che ogni anno cura il look delle ragazze di Miss Italia nel mondo. Insieme contribuiscono a decretare il successo delle Miss grazie alla loro professionalità e alla competenza riconosciuta a livello internazionale. «L’adesione al gruppo Art Hair Studios è stata illuminante;» dichiara Antonio Cristaldi «il confronto mi ha stimolato, mi ha spinto a fare di più, mi ha permesso di crescere e di avere sempre chiaro il mio obiettivo. Art Hair Studios è un gruppo di saloni in tutta Italia e con grossi sacrifici cerchiamo di portare avanti la lealtà della professione e soprattutto la coerenza. Manteniamo alla nostra clientela quanto promesso in passato. Fondamentale è l’aiuto del team. Non vince mai il singolo, ma la squadra.»

Quali sono le nuove tendenze per l’estate 2014?

«D’estate c’è sempre una libertà assoluta nell’acconciarsi e nel pettinarsi. Se parliamo di colore, noi in questo momento suggeriamo lo Spotlight. È una tecnica a mano libera con pennello che da dei risultati straordinari, come raggi del sole. È un effetto naturale che d’estate è fondamentale perché il capello è già più chiaro. Sulle lunghezze c’è un po’ di tutto. Le frange iniziano a spostarsi perché si tende a liberare il viso. L’estate è libertà assoluta. Noi consigliamo sempre alle nostre clienti la cura, di vitale importanza soprattutto per noi al sud perché siamo sempre a mare. Abbiamo la linea System Professional della Wella che da dei risulti straordinari perché nutre il capello e lo protegge dal sole evitando le fastidiose doppie punte che conosciamo tutti. Adesso abbiamo diverse tipologie di colore. La Wella è riuscita a realizzare delle colorazioni ad personam. Ad esempio Wella Eos si occupa di chi è allergico: è un henné vegetale che si diluisce con l’acqua calda. Poi abbiamo Wella Illumina che è un colore che appunto illumina il capello: il colore risulta di una lucentezza strepitosa, lucida e crea uno schermo di luce che riflette come dei fari sempre accesi sul capello. L’ultimo nato è Wella Innosense, un colore che si rivolge a quella clientela che soffre di allergie, pruriti, arrossamenti; è il colore più dolce in assoluto sulla cute. L’effetto è sempre quello di Illumina, però è più delicato. Armocromia è il must have della stagione: con questa tecnica riusciamo a dare ad ogni cliente il suo colore naturale. Sono delle tecniche che prevedono l’utilizzo di diverse tonalità, un vassoio con quattro colori, che l’operatrice passa sui capelli. Il risultato finale è naturale e tridimensionale. Riesce a dare movimento sulle stesse tonalità. Un’altra formula assolutamente strepitosa di Wella è Color Id: un isolante che permette di posare un colore accanto all’altro senza sbavature. L’Armocromia per realizzarla devi utilizzare diversi colori, in ogni vasetto di colore inserisci delle gocce di Color Id: in  questo modo riesci a separare i colori, che dunque non si coprono a vicenda, poiché si crea una sorta di barriera. »

 Qualche suggerimento per le future spose?

«La nostra sposa è una figura molto importante ed iniziamo a seguirla  regolarmente almeno tre mesi prima avviando un percorso insieme. L’obiettivo primario è quello di far uscire fuori la sua naturale bellezza che possa permetterle di acquisire maggiore sicurezza e spontaneità. Per raggiungere questo obiettivo, iniziamo a conoscerla meglio, parlando dei suoi gusti e delle sue aspettative. Curiamo i capelli, attraverso dei trattamenti naturali altamente professionali e cerchiamo di capire cosa fare, se farli crescere o meno e verso quale colore indirizzarci. Cerchiamo di mantenere la naturalezza della donna e fare uscire il meglio di se stessa. Abbiamo anche l’estetica nel nostro salone, quindi completiamo l’opera con pulizia del viso, trattamenti per il corpo, massaggi, manicure, pedicure e trucco. Facciamo un cammino insieme ed io spesso le indirizzo anche per la scelta dell’abito. Le spingo sempre a mettere il velo, perché le trovo bellissime. Per i prossimi mesi le spose sono senz’altro un po’ retrò, dunque un look anni 50 e 60. Abbiamo tantissime trecce lente, acconciature laterali e onde morbide sul viso. Facciamo delle prove prima ovviamente e stabiliamo insieme la giusta acconciatura. Per l’uomo ovviamente cerchiamo di non appesantire il look con lacca e gel, evidenziando invece l’ondulato naturale. Spesso lo sposo e la sposa si ritrovano insieme lui in una cabina e lei nell’altra. Ovviamente lui non può vedere l’acconciatura della futura moglie, ma voi donne siete terribili e non vi fate scappare la possibilità di entrare nella cabina del vostro lui a controllare cosa stiamo facendo.»

Martina Strano

Scrivi