MODICA − Hanno voluto essere presenti tutti gli attori protagonisti del progetto “Green Tours – Itinerari del Gusto” all’inaugurazione del ripristinato percorso a Cava d’Ispica, che da oggi rappresenta il simbolo di un territorio che riesce a rivalorizzare le proprie risorse, in termini turistici ed economici. Il percorso, che da questo momento condurrà i turisti dal parcheggio direttamente al sito archeologico del Mulino ad Acqua di Cavallo d’Ispica, è stato infatti recuperato e ripristinato nell’ambito del “Green Tours”, finanziato con fondi Ue del Psr e realizzato dall’Associazione “Trinacria Itininerari” con il sostegno del Comune di Modica. Il percorso è stato sperimentato durante la conferenza stampa con bici e bighe elettriche.

All’inaugurazione del percorso, nella mattina di sabato 14 novembre, c’erano la presidente di Trinacria Itinerari, Annalisa Digrandi, il sindaco di Modica, Ignazio Abbate, il vicesindaco, Giorgio Linguanti, gli assessori comunali Salvatore Lorefice e Giorgio Belluardo, il presidente del Consorzio turistico di Modica, Francesco Frasca Polara, ed il rappresentante dell’Ispettorato Agrario, Paolo Sudano.

“Ringraziamo l’amministrazione comunale per avere creduto sin dall’inizio alla validità di questo progetto – ha detto la presidente Annalisa Digrandi ai giornalisti e al pubblico intervenuti all’inaugurazione – ed oggi con questa inaugurazione e con il ripristino del sentiero si conclude l’operazione di start up del Green Tours e si apre la stagione di piena operatività. Siamo lieti – ha concluso Digrandi – di poter contribuire con i nostri sforzi al rilancio turistico, economico e gastronomico del nostro territorio e di una fetta importante e affascinante della Sicilia”.

Avviato nei mesi scorsi, infatti, “Green Tours – Itinerari del Gusto” si è posto da subito l’obiettivo di far conoscere e recuperare alcuni percorsi storici dell’Isola, con le sue strade rurali, con i percorsi del vino e dell’olio e con il coinvolgimento attivo di strutture ricettive, aziende agricole, agriturismi, musei e tutto ciò che possa contribuire alla valorizzazione dei Comuni coinvolti.

“Si è trattato di un progetto veloce nella sua realizzazione e altrettanto valido – ha commentato il sindaco di Modica, Ignazio Abbate – e questo anche grazie al supporto dell’Ispettorato Agrario, che ne ha compreso da subito la serietà. Il nostro Comune ha immediatamente sposato l’idea di sostenere il recupero di siti importanti della nostra città e dei territori confinanti, dal centro storico di Modica ai siti archeologici di Cava d’Ispica. Questo progetto, infatti, può rappresentare delle solide basi per le attività turistiche del prossimo decennio”.

Tra i siti recuperati, c’è anche la sede di “Trinacria Itinerari”, inaugurata in piazza Matteotti a Modica domenica 15 novembre con una conferenza stampa all’Auditorium Campailla, e con la presentazione del progetto e dei Partner da parte del Presidente dell’Associazione, Annalisa Digrandi. Presente all’incontro anche il direttore provinciale di Ragusa per l’Ispettorato Agrario, Giorgio Carpenzano. “Abbiamo finanziato questo progetto nell’ambito del Psr – ha detto Carpenzano – in particolare per l’incentivazione delle attività turistiche, con interventi in piccole infrastrutture. In questo caso, si tratta del recupero e della ristrutturazione di locali affascinanti nel centro storico di Modica. Un esempio bellissimo di ciò che si può fare per valorizzare alcuni itinerari, creando centri di accoglienza turistica”.

Dopo un Brunch a cura degli alunni dell’istituto alberghiero di Modica, infine, nel pomeriggio di domenica sono stati realizzati due “Laboratori degli Itinerari del Gusto” con la Focacceria “Don Puglisi”, per la preparazione delle famose scacce, e con l’Antica Cioccolateria “Bonajuto”, per la preparazione del famoso cioccolato.

Diffondi la notizia!Share on FacebookShare on Google+Share on LinkedInTweet about this on TwitterEmail this to someone

Scrivi