MODICA – L’obiettivo è quello di realizzare una filiera corta tra i produttori di cacao di Babahoyo (città capoluogo della Provincia di Los Rios e polo produttivo di cacao tra i più importanti del Paese) ed i cioccolatieri modicani. Un rapporto Italia – Ecuador per la trasformazione del cacao in cioccolato, prodotto certificato di qualità, in termini non solo commerciali ma anche culturali. A tal fine, il 29 ed il 30 giugno 2015 a Modica si è tenuto il Forum Internazionale del Progetto “Rete Italo – Latino Americana della filiera Cacao/Cioccolato”, coordinato dall’IILA (Istituto Italo-Latino Americano) e finanziato dalla Cooperazione Italiana allo Sviluppo.

Dopo il grande successo registrato dal prodotto modicano ad EXPO 2015, Antonino Scivoletto, direttore del Consorzio Tutela Cioccolato Di Modica, ha espresso soddisfazione per il riconoscimento dell’IILA come destinatario del progetto, auspicando la creazione a Modica di un centro nazionale di ricerca sull’eccellenza del cioccolato. Anche Ignazio Abbate, sindaco di Modica, ha espresso la propria gioia per questo riconoscimento: “Ha un valore strategico, nel contesto di una sempre migliore qualità del prodotto cioccolato di Modica, il Progetto nato in questi giorni a Modica che, grazie alla iniziativa dell’IILA, potrà avere piena attuazione sia in termini di ricaduta economica, in un settore in grande espansione, che in quello scientifico contribuendo alla affermazione del Cioccolato di Modica, quale migliore cioccolato artigianale del mondo”. Inoltre, erano presenti in qualità di partner italiani del progetto, Filippo Pinelli, segretario generale della Fine Chocolate Otganization (FCO) e Paolo Blasi, docente dell’Università degli Studi di Camerino e dell’Università di Perugia.

”Il collegamento tra Modica e Babahoyo rappresenta l’unione tra uno dei migliori poli produttivi del Cacao dell’America Latina ed il Distretto produttivo del Cioccolato di Modica, fra i migliori del mondo, tutto a vantaggio dei piccoli produttori di cacao e cioccolato”. Questa la dichiarazione di Josè Luis Rhi-Sausi, segretario socio-economico dell’IILA e guida della delegazione Ecuador, di cui hanno fatto parte: Jonny Terán, sindaco di Babahoyo; Marco Guilcapi, dirigente del Ministero dell’Agricoltura dell’Ecuador; Fernando Moreno, commissario generale Ecuador ad EXPO Milano 2015 e direttore generale dell’ufficio commerciale Ecuador a Milano.

Scrivi