09CATANIA –  Lunedì 11 maggio 2015, alle ore 19.30 presso i locali della Redazione di Sicilia Journal – Corso Sicilia, 56 – sarà inaugurata la Mostra Internazionale di Mail Art: “Dall’isola che non c’è a Utopia”, precedentemente allestita presso l’Accademia delle Belle Arti di Via Vanasco, Catania.

Saranno presenti l’editore di Sicilia Journal Nino Ferro, il direttore responsabile di Sicilia Journal Daniele Lo Porto e Katya Maugeri, curatrice della mostra.MAIL ART - LOCANDINA

La mostra sarà visitabile dall’11 al 17 maggio, novanta sono le opere provenienti da tutto il mondo: Argentina, Australia, Cipro, Russia, Norvegia, Usa, Ecuador, Giappone, Croazia, Germania, Ucraina, Belgio, Grecia, Irlanda, Canada, Turchia, Romania, Brasile, Serbia, Nuovo Messico, e Italia, la forte adesione manifesta come l’arte sia sempre il canale universale di comunicazione e aggregazione.

Il movimento della Mail Art – Arte postale – è un movimento artistico davvero geniale con decenni di tradizione alle spalle sviluppatasi a partire dagli anni cinquanta, il principio ispiratore si ricollega all’iniziativa del gruppo Fluxus, il vivace movimento internazionale che si distinse per una serie di azioni, interventi, creazioni di spirito neodadaista. È uno dei più longevi movimenti artistici della storia, il suo inizio è collocabile nei primi anni cinquanta quando un gruppo di Mail Artist provenienti da oltre cinquanta paesi del mondo, cominciarono a inviarsi opere sotto forma di lettere e in particolar modo di buste decorate in svariati modi, illustrando ognuna una propria storia. Obiettivo della Mail Art è proporre un’arte diffusa fuori dagli schemi del sistema, accessibile a tutti, che offre più che opere e prodotti, processi mentali, stimoli creativi, scambi di idee, utilizzando il servizio postale come mezzo di comunicazione creando così un feed-back tra mittente e destinatario.

Oggi nell’epoca delle mail e di internet il fascino della Mail Art è ancora più pregnante, accessibile a tutti e fautrice di tradizione e innovazione, produce nuovi stimoli creativi e un flusso continuo di idee.

A proposito dell'autore

Determinata. Umorale. Contraddittoria. Parlare di me? Servirebbe un’altra me per farlo. Riesco ad analizzare, esaminare varie tematiche senza alcun timore, ma alla richiesta autoreferenziale, ecco la Maugeri impreparata! Caos. Ed è proprio in questo caos che trovo ciò che mi identifica, trovo stimolante tutto ciò che gli altri, per superficialità, ritengono marginale, amo trovare e curarne i dettagli. Credo che trattenere i pensieri e sentirli dibattere nella mia mente sia l’essenza della mia “devozione”. Amo scrivere, serve scriverlo?

Post correlati

Scrivi