09CATANIA –  Lunedì 11 maggio 2015, alle ore 19.30 presso i locali della Redazione di Sicilia Journal – Corso Sicilia, 56 – sarà inaugurata la Mostra Internazionale di Mail Art: “Dall’isola che non c’è a Utopia”, precedentemente allestita presso l’Accademia delle Belle Arti di Via Vanasco, Catania.

Saranno presenti l’editore di Sicilia Journal Nino Ferro, il direttore responsabile di Sicilia Journal Daniele Lo Porto e Katya Maugeri, curatrice della mostra.MAIL ART - LOCANDINA

La mostra sarà visitabile dall’11 al 17 maggio, novanta sono le opere provenienti da tutto il mondo: Argentina, Australia, Cipro, Russia, Norvegia, Usa, Ecuador, Giappone, Croazia, Germania, Ucraina, Belgio, Grecia, Irlanda, Canada, Turchia, Romania, Brasile, Serbia, Nuovo Messico, e Italia, la forte adesione manifesta come l’arte sia sempre il canale universale di comunicazione e aggregazione.

Il movimento della Mail Art – Arte postale – è un movimento artistico davvero geniale con decenni di tradizione alle spalle sviluppatasi a partire dagli anni cinquanta, il principio ispiratore si ricollega all’iniziativa del gruppo Fluxus, il vivace movimento internazionale che si distinse per una serie di azioni, interventi, creazioni di spirito neodadaista. È uno dei più longevi movimenti artistici della storia, il suo inizio è collocabile nei primi anni cinquanta quando un gruppo di Mail Artist provenienti da oltre cinquanta paesi del mondo, cominciarono a inviarsi opere sotto forma di lettere e in particolar modo di buste decorate in svariati modi, illustrando ognuna una propria storia. Obiettivo della Mail Art è proporre un’arte diffusa fuori dagli schemi del sistema, accessibile a tutti, che offre più che opere e prodotti, processi mentali, stimoli creativi, scambi di idee, utilizzando il servizio postale come mezzo di comunicazione creando così un feed-back tra mittente e destinatario.

Oggi nell’epoca delle mail e di internet il fascino della Mail Art è ancora più pregnante, accessibile a tutti e fautrice di tradizione e innovazione, produce nuovi stimoli creativi e un flusso continuo di idee.

Scrivi