A No Ordinary Sunday La Pop Art Fotografica di Giampaolo Raffa, presenta la mostra “Il Buddha allo specchio”. Durante la serata live dei Color Indaco, Catania, Ma – Musica Arte, domenica 23 novembre 2014, dalle h. 19.30

Anche per domenica 23 novembre il Ma Musica Arte, il club di via Vela a Catania, è pronto a offrire No Ordinary Sunday, la domenica più originale e “non convenzionale” della città: l’aperitivo dove cultura, arte, musica e vintage si uniscono in un unico format originale. L’ingresso è assolutamente gratuito e senza liste.

Il Buddha allo specchio

Il programma di domenica 23 novembre inizia alle 19.30 nella Graffiti Station con la mostra fotografica “Il Buddha allo specchio” del pittore, per una volta fotografo, Giampaolo Raffa, per lo spazio d’arte diretto artisticamente da Francesco Russo, con i testi critici di Simona Di Bella. La mostra sarà visitabile fino al 6 dicembre, tranne i lunedì, negli spazi Graffiti Station del Ma Musica Arte, dalle 20 alle 23.30.
A seguire il live dei Color Indaco. In Birreria nuovo appuntamento con “Il palco libero show” con il live di Alessandro Falcione & co., cose folli e divertenti, sempre alla ricerca di una voce e di nuovi talenti. E per chi vuole ballare ci sarà spazio anche per la disco Anni 70 e qualche hit del momento. Per lo spazio del gusto, il Ma Ristorante propone la formula già ben e apprezzata del “Japan, Street O Sicilian”, ovvero a prezzi speciali e solo per la domenica le migliori e particolari pietanze dello chef  Carlo Borghini.
Color Indaco. Mario Indaco, Gianluca Indaco. Valentina Indaco: il trio nasce nel 2001 dall’intuizione di Mario che insieme ai fratelli Gianluca e Valentina, decide di unire le visioni di ognuno, concretizzando un trio acustico che rivisita con raffinatezza e lo spirito del caso, i più grandi classici del panorama musicale internazionale degli Anni 50, 60 e 70. L’originalità di Mario alla chitarra solista e la maestria di Gianluca alla chitarra ritmica, rendono perfettamente l’idea di quello che una buona formazione acustica dovrebbe sempre essere in grado di offrire: suoni puliti, precisione tecnica e una carica decisamente fuori dall’ordinario. La voce di Valentina dotata di un ottima estensione e di una timbrica limpida, rende giustizia alle grandi “voci” femminili intramontabili come Janis Joplin, Etta James e Aretha Francklin, Mina e grazie ai suoi toni caldi e sensuali riesce a coinvolgere il pubblico creando atmosfere eteree e ipnotizzanti.
Giampaolo Raffa. Pop artist per passione, scrive di lui il critico Simona Di Bella: “Da Dubuffet a Basquiat, sondando i percorsi della Pop Art, RaffArt arriva a noi con un linguaggio eccezionalmente nuovo. Artista poliedrico, in continua evoluzione, pronto a cambiare pelle ogni volta che il suo sentire creativo si manifesta. Se l’arte di Warhol era un’esaltazione, a tratti cinica, della commercializzazione persino dell’essere umano, RaffArt, si ispira a quel linguaggio evocativo, dal cromatismo esplicito e lo utilizza come strumento di denuncia. Nel suo ultimo lavoro, “Il Buddha allo specchio”, non si pone domande tipiche di un Occidente spesso avvolto da uno strato nebuloso che ne permea le menti, ma è un viaggio attraverso la proiezione dell’Io nella ricerca del Sé. Luoghi privilegiati dell’indagine interiore. Acquosi, riflettono come specchi l’interiorità di chi osserva e quel continuo altalenarsi tra realtà e illusione».

Ingresso:  libero
http://www.facebook.com/maconcerti

Scrivi