15 febbraio – 22 marzo 2015. Ex-Scuderie Castello dei Ventimiglia, Museo Civico di Castelbuono.Inaugurazione: domenica 15 febbraio 2015 ore 12.00

Il Museo Civico di Castelbuono è lieto di presentare la mostra naturalia/artificialia, personale di Sandro Scalia, prima di una serie di approfondimenti sugli artisti presenti all’interno della collezione permanente del Museo. In occasione dell’inaugurazione sarà presentato al pubblico il restauro di una fotografia realizzata dall’artista nel 1995, proveniente dai depositi del Museo. L’immagine è di un dettaglio degli stucchi tardo seicenteschi di Giacomo Serpotta, nella Cappella Palatina del Castello dei Ventimiglia.

scalia_save_web

La mostra naturalia/artificialia è un progetto inedito di Sandro Scalia, realizzato a seguito di una residenza alla scoperta dei beni artistici, architettonici e paesaggistici di Castelbuono e del suo territorio. Una ricerca visiva, che utilizza il linguaggio del video e della fotografia, condotta su alcuni luoghi specifici, seguendo richiami botanici, fenomeni luminosi e sonori: il bosco di agrifogli monumentali, la Torre dell’Orologio, e dettagli di alcuni siti suggestivi, in continuità con l’indagine sul paesaggio siciliano che l’artista conduce da oltre un decennio, con il progetto Letture siciliane. Scalia è un conoscitore esperto del territorio del Parco delle Madonie, essendo esso stato oggetto di suoi numerosi lavori, da A20, dedicato alla realizzazione dell’autostrada Palermo-Messina, con i suoi viadotti monumentali, alla serie di scatti dei “gitanti della domenica” sulla neve di Piano Battaglia, solo per citarne alcuni. Le stampe fotografiche e i video in mostra – l’audio di uno di questi è stato realizzato in collaborazione con il compositore e performer Alessandro Librio – ci danno una nuova lettura del paesaggio contemporaneo, in continuità con la ricerca sull’identità del territorio condotta dal Museo Civico di Castelbuono. L’idea è di approfondire la conoscenza, da diverse prospettive, dell’ambiente che ci circonda, uno scenario di grande bellezza su cui il nostro sguardo si sofferma sempre più distrattamente. L’obiettivo di Sandro Scalia e il formato panoramico delle immagini, allungate in orizzontale – secondo il taglio preferito dall’artista – ci spingono dentro l’immagine e ci seducono attraverso il linguaggio cromatico, l’elegante scelta dei contrasti di luce e nella messa in scena costruita con cura, o trovata per caso. Emerge lo sguardo del fotografo, che ci coinvolge tutti come spettatori: con l’intento di elaborare un discorso più ampio sulla nostra relazione personale con l’orizzonte, con lo spazio che abitiamo, e soprattutto con l’immagine, fermata in un gesto che sospende un attimo per sempre. Al termine dell’esposizione Sandro Scalia donerà un lavoro fotografico, risultato del progetto condotto in occasione della mostra, al fine di implementare la collezione permanente del Museo Civico di Castelbuono con la nuova commissione di una nuova produzione artistica. Il progetto di Sandro Scalia è accompagnato dalla pubblicazione di un quaderno, con un’introduzione di Laura Barreca, un’intervista di Valentina Bruschi e un testo critico di Salvatore Davì. Il formato del quaderno, in seguito adottato per la serie “Quaderni della Collezione” del Museo Civico, è ideato e progettato da Paolo Di Vita, docente di Grafica editoriale all’Accademia di Belle Arti di Brera, Milano.

Si ringrazia l’Agriturismo Bergi per la realizzazione del progetto di Sandro Scalia e The HotelSphere Hotel & Villa Collection di Palermo, Main sponsor della programmazione annuale del Museo Civico di Castelbuono.

Biografia:
Sandro Scalia (Ragusa, 1959. Vive e lavora a Palermo) ha studiato fotografia all’Umanitaria di Milano e si è diplomato in Decorazione all’Accademia di Belle Arti di Palermo e in Fotografia all’Accademia di Belle Arti di Catania. Inizia a collaborare con riviste e case editrici nel 1988 a Milano e nel 1990 torna a vivere a Palermo dove è docente di Fotografia presso l’Accademia di Belle Arti. Nel 1995 in occasione dei “Rencontres de la Photographie di Arles” viene premiato alla Galeria d’Essai e nel 1996 vince il Premio Portfolio a Modena Fotografia. Per maggiori informazioni: www.sandroscalia.com

Informazioni:
Titolo: naturalia/artificialia
Artista: Sandro Scalia
Catalogo: progetto di Paolo Di Vita
Testi: Laura Barreca, Valentina Bruschi, Salvatore Davì
Inaugurazione: DOMENICA 15 FEBBRAIO 2015 – ORE 12.00
Durata: 15 Febbraio – 22 marzo 2015
Sede: Museo Civico di Castelbuono, Castello dei Ventimiglia, P.zza Castello – Castelbuono (Palermo).
Telefono: 0921.671211
Orari: ma-do dalle 9.30 alle 13.00 e dalle 15.30 alle 19.00
Biglietto: intero € 4,00; ridotto € 2,00 (adulti oltre i 65 anni e ragazzi dagli 8 ai 18 anni, scolaresche e gruppi superiori a 12 persone); omaggio per bambini di età non superiore a 7 anni.
Sito web: www.museocivico.eu

Al Museo Civico di Castelbuono è inoltre in corso la mostra fotografica Lipadusa, storie di vita e di mare di Calogero Cammalleri, realizzata in collaborazione con Fabrica (fino all’8 marzo 2015).

Con il patrocinio dell’ Accademia di belle Arti di Palermo

Scrivi