Pina Mazzaglia

Catania – La ragione fondamentale di ogni forma è la sua stretta aderenza alla vita. Nel percorso espositivo dal titolo “La Thonet delle Eumenidi”, in mostra da martedì 29 novembre a domenica 8 gennaio presso “La corte dei Medici” di Catania, Vittorio Graziano pone la donna nella sua interezza e in questa estensione come incarnazione di un ideale di bellezza classica. Dodici i pannelli estrapolati dal suo ultimo catalogo coinvolgono diverse identità femminili, in una “mise en scene” fotografica compiutamente mirata a risaltarne la carnalità in una muta, eterea, fredda e immobile bellezza. Coincidenza, sincronismo, coesistenza, tre regole sulla quale la scena è costruita: coincidenza della condivisione dello spazio, sempre uguale e statico; sincronismo nella gestione dei movimenti, emulati a linguaggio corporeo; coesistenza che diventa convivenza in rapporto dialogico tra ritratto e fruitore. La disposizione dell’ambiente è semplice – tutto diventa equilibrio, in rapporto alla proporzione e alla stabilità cercata, l’autore ne predispone le movenze, gli sguardi, con un andamento stilistico di sofisticata eleganza.

Osservare è il precetto a cui dobbiamo tendere il nostro sguardo; osservare per condividere e non solo per guardare ma per riuscire a relazionarsi: è questo l’invito lanciato da Graziano che pone se stesso al centro della composizione e come demiurgo cosciente di aver donato, separa il soggetto dall’osservatore per proiettarne nell’universo la sua coscienza interiore.

Un percorso – un abbraccio gestuale – che si veste di senso nell’interezza delle combinazioni possibili tra integrità del soggetto, al quale volutamente non fa assumere distorsioni iconografiche e l’interezza della luce che trascende e abbraccia la qualità ordinaria della composizione: differenti modalità di espressione del pensiero del soggetto ritratto evocano in maniera univoca e si dispiegano nelle sue creazioni.


-- SCARICA IL PDF DI: Mostre: La thonet delle Eumenidi, la mise en scene di Vittorio Graziano --


Diffondi la notizia!Share on FacebookShare on Google+Share on LinkedInTweet about this on TwitterEmail this to someone

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata