Una vita tra le fila dei Muri Antichi, una bandiera, nonché capitano della squadra, trascinatore della squadra e baluardo. Per la decima stagione consecutiva Andrea Scirè scenderà in vasca con la calottina della Famila Muri Antichi, per una stagione tutta nuova, che vede la squadra presentarsi ai nastri di partenza con diverse novità. Al timone troviamo Mauro Maugeri, tecnico che non ha bisogno di presentazioni per la sua storia nel mondo della pallacanestro, che prende il posto di Renato Caruso, grande artefice della salvezza dello scorso anno. Rinforzato anche lo staff, con particolare attenzione al settore giovanile e anche il roster vedrà nuovi giocatori far parte della famiglia Muri Antichi. I giorni prima dell’inizio del campionato sono sempre carichi di adrenalina, come afferma lo stesso Scirè: “Le sensazioni della squadra e mie personali sono positive, è stata fatta un’ottima preparazione tecnica ma altrettanto positivo è stato il lavoro sulla preparazione atletica e ritengo quindi che si possa fare una buona stagione. L’obiettivo? Ottenere una salvezza tranquilla e chissà… forse qualcosina in più”.

“Il cambio in panchina è stato metabolizzato in fretta, anche perché il nuovo allenatore è una persona umile, nonostante gli innumerevoli successi. È un uomo molto intelligente e si è calato subito con molto entusiasmo e passione in questa nuova realtà”.

“Questa è la mia decima stagione consecutiva da capitano, non è cambiato nulla, provo ancora le stesse emozioni ed ho gli stessi stimoli di dieci anni fa”.

L’esordio da parte della Famila avverrà in trasferta, sabato 21 novembre contro la Rari Nantes Salerno, un campo solitamente molto rognoso e difficile da espugnare, ma la Famila venderà cara la pelle per iniziare nel migliore dei modi la nuova stagione.

Diffondi la notizia!Share on FacebookShare on Google+Share on LinkedInTweet about this on TwitterEmail this to someone

Scrivi