Catania – Tempo d’inverno, tempo di belcanto. Saranno i rigori della stagione più fredda ad accompagnare i tre recital di canto programmati dalla Società Catanese Amici della Musica, per il suo cartellone 2015-2016, dal titolo “Altri approdi”.

In un arco temporale che si estende fino alle soglie dell’estate, ma che si concluderà con il vertiginoso Viaggio d’inverno di Franz Schubert, il nuovo anno coincide con l’inizio di un viaggio nei territori della vocalità.

Daniela Schillaci 1Protagonista dell’incontro, che si terrà mercoledì 20 gennaio alle ore 20.00 presso l’Hotel Katane Palace, sarà il soprano Daniela Schillaci, beniamina del pubblico etneo, che a Catania ha scelto proprio la Scam prima di iniziare le prove del suo prossimo, impegnativo cimento.

Esattamente tra un mese sarà infatti Norma sul prestigioso, storico palcoscenico del Teatro di San Carlo di Napoli, personalmente scelta da una personalità direttoriale del calibro di Nello Santi per incarnare il temibile ruolo della sacerdotessa druidica.

Di ritorno da Shanghai, dove è stata protagonista di una trionfale Traviata, e prima del prossimo impegno partenopeo, Daniela Schillaci si ferma a Catania e ricomincia proprio da Bellini: nel segno del Cigno, infatti, e di alcune delle sue più celebri Ariette per camera comincia la locandina impaginata per l’occasione, che proseguirà poi con alcune intense pagine da opere di Bellini e di Giuseppe Verdi – Il trovatore come i più rari Vespri siciliani – prima di un corposo omaggio a Francesco Paolo Tosti, di cui ricorre il centenario della morte.Gaetano Costa 1

Sarà questa l’occasione per rivivere i fasti della romanza da salotto, genere tra i più amati a cavaliere tra Ottocento e Novecento, di cui Tosti fu incontrastato protagonista.

Ad accompagnare l’artista etnea al pianoforte sarà Gaetano Costa, da oltre un quindicennio impegnato alla guida del coro del Teatro Massimo Bellini di Catania. Artista versatile, dopo il diploma in pianoforte ha studiato direzione d’orchestra all’Accademia di Imola e, nel corso dello scorso anno, è stato anche maestro del coro alla Shanghai Opera House.

Pianista, accompagnatore di vari artisti (alla Scam è stato al fianco di Jose’ Maria Lo Monaco), farà da contrappunto alla esibizione della Schillaci con una struggente Sonata per pianoforte di Beethoven – l’op. 10 n. 3, quella che per l’autore meglio esprimeva “lo stato d’animo della malinconia” – e con la Ciaccona in re minore di Johann Sebastian Bach, nella virtuosistica trascrizione di Ferruccio Busoni.

Diffondi la notizia!Share on FacebookShare on Google+Share on LinkedInTweet about this on TwitterEmail this to someone

Scrivi