CATANIA- Dopo il seminario di studi, dedicato al compositore Francesco Pennisi nei giorni scorsi al teatro Machiavelli, il Centro Magma conclude sabato 29 ottobre 2016 il ciclo di spettacoli “Dalla Sala Magma al Castello Ursino”, inserito nella rassegna “Estate in Città” del Comune di Catania, proprio con un concerto interamente dedicato allo stesso musicista, nato ad Acireale l’ 11 febbraio 1934 e morto a Roma l’8 ottobre 2000.

Protagonista sarà il chitarrista Davide Sciacca, curatore –peraltro– di questa parentesi fridericiana dell’associazione musicale catanese, e che, per questo concerto, ha coniato un titolo abbastanza significativo: “In memoria di Francesco Pennisi”; nel ricercato percorso musicale saranno con lui il flautista Domenico Testaì ed il Quartetto d’archi Biedermeier. Personaggio di primo piano nel panorama europeo, Pennisi, partendo da posizioni vicine alla cosiddetta “Seconda scuola viennese”, conobbe le esperienze delle avanguardie del Novecento – quali il Serialismo e l’Alea – ne avvertì il fascino ma condusse la propria musica a soluzioni molto personali, in cui il timbro è parametro di primaria importanza. La sua scrittura fu sempre molto raffinata, con ricercate combinazioni armoniche (anche queste strettamente collegate con il loro effetto timbrico) e con un costante utilizzo di elementi prettamente decorativi che diverranno una delle strutture portanti della sua produzione musicale. Il programma del concerto prevede l’esecuzione di un repertorio in cui prevalgono i richiami alla terra d’origine dell’autore attraverso espliciti echi mitologici, mescolati a riferimenti alla cultura europea del Primo Novecento; a “Mèliés” (per Flauto e Chitarra, 1990) seguiranno “Intermezzo” (per Chitarra sola, 1979) e  “Icaro a Capodimonte” (per Chitarra e Quartetto d’Archi, 1995). Saranno anche eseguiti due brani a lui dedicati da altri musicisti: “L’Addio a Trachis II” di Salvatore Sciarrino (traduzione per Chitarra di Maurizio Pisati, in prima escuzione assoluta) e “Quintetto n. 1 «Narciso»” (per Chitarra e Archi, di Andrea Schiavo) in cui interverrà anche Rosario Tomarchio (elettronica dal vivo).

I componenti del Quartetto d’archi Biedermeier sono: Samantha Fidanza (Violino), Marianatalia Ruscica (Violino), Rosaria Milici (Viola) e Teresa Raffaella Suriano (Violoncello). Il concerto, per il quale è previsto un biglietto d’ingresso di 5 euro, avrà inizio alle ore 21 e si svolgerà all’interno del castello, se le condizioni atmosferiche dovessero consigliarlo.

Di seguito si riporta il curriculum fornito da Davide Sciacca

Ha conseguito il diploma in Chitarra con il massimo dei voti presso l’istituto musicale V. Bellini di Catania, perfezionandosi con il concertista Carlo Ambrosio. Ha completato gli studi conseguendo, nel 2010, il diploma accademico di secondo livello abilitante all’insegnamento dello strumento musicale e, nel 2012, il diploma accademico di secondo livello in discipline musicali a indirizzo interpretativo-compositivo in Chitarra con il massimo dei voti e la lode presso l’istituto musicale V. Bellini di Caltanissetta sotto la guida del maestro Renato Pace con una tesi sulle opere per Oboe e Chitarra del compositore francese Napoleon Coste. Nel 2013 ha conseguito brillantemente il Master di I livello in nuove Tecnologie applicate alla Musica presso il medesimo istituto. Nel 2015 ha ottenuto il diploma accademico di secondo livello in Musica da Camera presso il Conservatorio V. Bellini di Palermo.

Ha seguito corsi di perfezionamento e d’interpretazione musicale con il pianista Andràs Schiff, i violinisti Augusto Vismara e Christophe Grube, l’oboista Stefano Vezzani, i chitarristi Carlo Ambrosio, Arturo Tallini, Giulio Tampalini, Aniello Desiderio, Giovanni Puddu, Costas Cotsiolis, Philippe Villa, Amanda Cook, Richard Jacobowsky, Linda Calzolaro e Nello Alessi.

Nel 2015 è stato ammesso al prestigioso Master di secondo livello in esecuzione ed interpretazione della musica contemporanea presso il Conservatorio Santa Cecilia di Roma, sotto la guida del concertista di fama internazionale Arturo Tallini.

Ha vinto il I° premio assoluto nei concorsi internazionali “Amigdala” di Viagrande e in due edizioni del “Giuseppe Ierna” di Floridia, nei concorsi nazionali “Magna Grecia” di Gioiosa Ionica e “Tuttarte” di Catania, il I° premio nei concorsi internazionali “Magma” di Catania e “Giuseppe Ierna”, il I° premio nei concorsi nazionali “Benedetto Albanese” di Caccamo, “A.gi.Mus.” di Siracusa, “Pasquale Benintende” di Reggio Calabria, “Magna Grecia” di Gioiosa Ionica, in tre edizioni del concorso “Città di Palermo” e “Alfio Pulvirenti” di Comiso, in due edizioni dell’ “A.M.A. Calabria” di Lamezia Terme, “Placido Mandanici” di Barcellona Pozzo di Gotto e “Tuttarte” di Catania. Ha ottenuto i premi speciali della critica “Saint-Saëns ” e “Collegium Ars Musica” nel concorso nazionale “Città di Palermo”, il “Premio Cultura” A.M.A. Calabria 2014, il “Premio Lillina Condemi” 2014 e il “Premio Ierna 2010”.

È stato invitato a far parte della giuria di importanti concorsi nazionali e internazionali di chitarra e musica da camera.

Ha al suo attivo numerosissimi concerti come chitarrista solista, in formazioni da camera e da solista con orchestra in teatri, associazioni culturali, università e comunità religiose. Nel 2009 si è esibito come solista nell’ambito del “Tuscia International Guitar Festival” e, successivamente, accompagnato dall’orchestra dell’Ersu di Catania. A partire dal 2014 ha ottenuto successi di pubblico e critica durante svariati tour in Inghilterra, Galles e Scozia nei quali si è esibito in qualità di solista e in duo con la violinista Marianatalia Ruscica. Sono stati protagonisti in sale prestigiose, teatri, chiese e, nell’agosto 2016, hanno avuto l’onore di suonare in presenza di Sua Maestà la Regina Elisabetta II, il Principe di Galles Carlo, il Duca di Edimburgo Filippo e gli altri membri della famiglia reale britannica. Tiene regolarmente conferenze e seminari presso Università inglesi e italiane.

Ha accompagnato numerosi artisti locali come turnista e in rassegne quali “Sanremo Rock”, “Star Sprint”, “Tim Tour” e “Girofestival”, ha altresì partecipato a diverse sessioni di registrazione in studio. Si è esibito per le emittenti televisive Sky, Tele D, Rei tv e per la BBC Radio England.

È docente di Chitarra presso l’Istituto Musicale V. Bellini di Caltanissetta e presso l’Istituto Omnicomprensivo “A. Musco” di Catania. Suona una chitarra storica su modello Torres realizzata dal maestro liutaio Flavio Alaimo.


-- SCARICA IL PDF DI: Musica: Centro Magna conclude il ciclo di spettacoli con un concerto dedicato alla memoria del compositore Francesco Pennisi --


Diffondi la notizia!Share on FacebookShare on Google+Share on LinkedInTweet about this on TwitterEmail this to someone

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata