Lilia Scozzaro

31 video x 31 giorni = 100% R&B, la selezione musicale di Charlie P, in formato ridotto. Per tutto il mese di dicembre Charlie P ha deciso di pubblicare un microvideo di quindici secondi con una canzone che gli sta particolarmente a cuore, brani  importanti per l’R&B.  Pietre miliari e canzoni meno conosciute  che vi invitiamo a riscoprire o a sentire per la prima volta. #singindecember

Charlie P, al secolo Cesare Grillo, vive e lavora a Catania. Ha studiato e vissuto a Roma ed anche in Giappone. Sulla scena R&B e Hip-hop dai primi anni 2000 come autore, cantante, radio speaker e veejay. Collaboratore di Ensi, ha scritto alcuni testi e melodie  per “Rock Steady” e  “Era tutto un sogno”, album che hanno raggiunto le prime posizioni della classifica italiana. Ha inoltre interpretato il brano “Nina Mala” insieme al rapper torinese. Autore anche dell’artista tunisino Karkadan  “Come Brilla” e “I love jihad”.

10704189_10152548698281267_233115793355408952_n

Ciao Charlie P, 31 video x 31 giorni. Fammi capire

Ciao Lilia, si tratta di una campagna che sto facendo su FB e Instagram, ogni giorno pubblico una cover da 15”, soul oppure r&b

Suonata come, arrangiamenti curati da te?

Ho curato io stesso gli arrangiamenti, risuonati in una via di mezzo tra elettronico ed acustico

“ Father and son “ è interpretata bene

Grazie

Quanta importanza ha la musica nella tua vita?

Fondamentale direi, dedico tutto il mio tempo alla musica, allo studio, a migliorarmi e a scoprire nuovi artisti

Bella l ‘iniziativa dei 15 secondi da te confezionati, chi ti segue ascolterà le canzoni dei grandi artisti. Qualcosa di tuo, invece, da inserire, ci hai pensato?

Sto lavorando ai miei inediti, ma li pubblicherò più avanti. Questo è un modo per rimanere in contatto con chi mi segue, aspettando le mie nuove canzoni

La musica, inizialmente come un gioco?

Ho iniziato da bambino storpiando le canzoni straniere mettendo parole in italiano per fare ridere gli amici, col passare del tempo è diventata una maniera per esprimermi ed oggi finalmente un lavoro che mi da la possibilità di lavorare con tanti artisti ed importanti etichette discografiche facendo quello che amo.

Su quali generi hai costruito la tua formazione artistica

Il mio background è principalmente urban: rhythm and blues, soul, funk, hip hop. Da adolescente sono rimasto colpito dai graffiti e dal movimento hip hop, così sono andato a ritroso, alle radici di questa musica. Artisti come Marvin Gaye, Al Green, Stevie Wonder hanno influenzato la mia crescita. Oggi ammiro ed apprezzo Frank Ocean, Miguel, The Weeknd che portano avanti la tradizione ma riescono ad innovare.

Fra i tuoi video  ho trovato la famosa ” Father and son ”  di Cat  Steven. Padre e figlio, è passato il tempo in cui i genitori potevano controllare i figli in modo molto diverso dal periodo in cui viviamo, ma non è ancora venuto (né mai verrà) il tempo in cui i figli possano fare a meno della guida e dei consigli dei genitori. Sei d’accordo?

 

Io penso che, anche a 60 anni, se si ha la fortuna di avere ancora i genitori, i figli abbiano bisogno dei consigli, dell’esperienza di chi li ha messi al mondo ed ha visto più di loro. E’ vero che l’età e le necessità cambiano, ma penso che si rimanga per sempre figli e per sempre genitori.

Hai ricordi legati agli artisti della nostra  isola?
Ultimamente mi è capitato di seguire da spettatore il lavoro di Mario Venuti sia in studio che dal vivo e non c’è che da imparare da artisti con una carriera così consistente e longeva. Lo stesso dicasi per Lello Analfino dei Tinturia, che è un esempio di come l’originalità a lungo andare ripaghi sempre.

Chi è Charlie P ?

Charlie P è un cantautore che predilige il rhythm and blues e la soul music, due generi che in Italia, non si sa perchè, faticano a decollare. Cerca di dare il suo piccolo apporto alla causa della buona musica e di trarre ispirazione da ogni giorno vissuto. Ogni tanto si scontra con il suo alterego, Cesare Grillo, autore per artisti come Ensi, Andrea D’Alessio ( X Factor 7), Mama Marjas, Karkadan e collaboratore per major discografiche quali Universal e Warner.

10559042_10152569852421173_520950291_n

Il momento in cui ti senti soddisfatto durante il tuo lavoro?

Gli ultimi brani che ho scritto per Charlie P, me stesso, hanno una caratteristica, la libertà e la consapevolezza di scrivere ciò che sento al 100%,
La cosa bella è vivere il processo creativo sia da interprete che da autore, e come autore posso spaziare a 360°. Quando ho scritto per Karkadan, rapper tunisino immigrato in Italia, ho toccato degli argomenti che difficilmente avrei trattato per altri artisti come la religione, l’integrazione, il degrado sociale. Così come scrivere per la voce di Andrea D’Alessio mi ha permesso di esprimere tutta la mia vena soul, poi lui dal vivo rende ancora di più, è davvero bravissimo.

Determinazione ed una forte volontà’ ti han fatto arrivare fin qui.
Vuoi dire qualcosa a coloro che hanno già iniziato e non riescono a farsi sentire? Occorre anche quel pizzico di fortuna?

Onestamente non mi sento arrivato, sono solo all’inizio di questo percorso. Quello che ho potuto notare su me stesso è che lo studio e l’impegno ripagano. Ho preso porte in faccia per anni, è un mercato particolarmente difficile e solo essere inconfutabilmente bravo può aprirti determinate strade. Pensare fuori dagli schemi. Oggi non esiste più il discografico che ti scova al concertino alla sagra della salsiccia, devi essere tu a fare rumore. Quando già hai un movimento attorno a te, entra in gioco la discografia con la sua proposta. Altrimenti ci sono i talent che non considero negativamente, ma pur sempre un’arma a doppio taglio.

All’ interno di questo Link, i primi video, diretti da Giovanni Musumeci per Aamon Productions.

 

Lilia Scozzaro

 

A proposito dell'autore

Generalmente parlo poco della mia persona e dei fatti miei. “ Il pericolo è il mio mestiere “, è il filo conduttore che guida tutta la mia esistenza lavorativa (e non solo). Non ho mai temuto di imbarcarmi in imprese estreme, di svolgere attività rischiose, di avere pericolose responsabilità, e non accontentandomi di un ripetitivo lavoro d’ufficio, ho voluto sempre mettermi alla prova. Dopo aver vissuto una vita davanti al microfono/mixer, e a tutte quelle apparecchiature che occorrono per intrattenere gli ascoltatori di una Radio, eccomi qui, collaboro con un giornale on line “ Sicilia Journal “. E’ stata un’ impresa all’inizio, ed ho cercato di gestire questo mio nuovo compito con calma e molta discrezione. Grazie a Silvia Ventimiglia ed al direttore del giornale Daniele Lo Porto. Buona lettura a tutti!

Post correlati

Scrivi