Il nuovo format dedicato alla storia della House music firmato dai dj’s Massimo Napoli e Francesco Samperi, ospita le selezioni del famoso dj franco-americano. Catania, Ma – Musica Arte, lunedì 7 febbraio 2015, dalle h. 22 Ingresso: € 10,00.
Sabato 7 febbraio, il Ma Musica Arte, il club di via Vela a Catania, presenta February in the House, nuovo format musicale ideato dai dj’s Massimo Napoli e Francesco Samperi, interamente incentrato sulle sonorità della musica house e che verrà riproposto una volta al mese. Per il secondo party dell’anno, il Ma Musica Arte diventa roccaforte e tempio della house-music, genere nato nelle discoteche di Chicago nei primi Anni 80, e trasforma tutte le sue aree e le diverse zone in un unico grande contenitore musicale, stracolmo di sonorità electronic, melodiche, afro e latine. Con la musica house come fattore dominante e il Ma Musica Arte come centro propulsore, sarà un viaggio tra i continenti per dilettare le orecchie più preparate e per far avvicinare un pubblico meno abituato a questo genere musicale.

Francois KevarkianLe danze verranno aperte con i dj’s della serata, nonché ideatori del format, Massimo Napoli e Francesco Sampe-ri, e alle loro abilità e selezioni musicali nella sala Disco che, per l’occasione, verranno diffuse per tutto il locale. E poi spazio al super ospite, con un dj set internazionale di tutto rispetto: Francois Kevorkian, dj franco-americano con una lunga carriera alle spalle vissuta tra Parigi e New York, tra studi di registrazione e consolle. Kevorkian è un mito vivente per chi ama l’house ma ha avuto numerose collaborazioni anche con il mondo del pop e del rock con numeri uno come U2, Kraftwerk, Depeche Mode, The Cure, Jimmy Cliff, Mariah Carey, Mary J Blige, The Smiths, Pet Shop Boys. Ha suonato come dj alla console dei leggendari Studio 54 e Paradise Garage François Kevorkian nella sua carriera infinita di ingegnere del suono, dj, remixer e produttore musicale ha tratteggiato i canoni estetici della musica house così come la conosciamo. Un dj superlativo, visionario come pochi, conoscitore dei più intimi ed aristocratici segreti della musica da ballo. Uno dei pochissimi maestri in grado di passare dal passato per arrivare al presente e al futuro del ritmo.
Dopo i primi passi sulla scena musicale come batterista e percussionista in Francia, questo eclettico artista si tra-sferisce a New York nel 1975 e durante il soggiorno americano suona in diverse formazioni rhytm’n’blues e si esibisce in drum session con famosi dj’s. Da qui la passione per il mixer e la produzione di dischi. I primi remix e dischi li pubblica su Prelude Records, in seguito dà vita alla Axis Productions entrando nella leggenda ed iniziando una lunga serie di collaborazioni che lo faranno conoscere al mondo intero. Ma Francois decide di abbandonare la consolle per dedicarsi completamente agli studi di registrazione. Agli inizi degli Anni 90 il grande ritorno nei Club: Ministry of Sound di Londra, o il Body&Soul di New York dove il suo “Sunday Afternoon” in due anni diventa un happening di culto. È resident dj del Cielo di New York nella serata Deep Space. Official vocie della serata è sempre Fabio Favitta.

Scrivi