Tanti i generi musicali, anche se esistono nella misura in cui si vuole fare una differenza relativa al linguaggio di comunicazione e a quello di espressione, e non riferendosi a quello musicale, perché la Musica è una sola. Appuntamento con il Jazz,  al Casale Borghese,  domani 9 gennaio ore 21,00, dopo le data del 05 e 26 Dicembre, un incontro con Giovanni Mazzarino Trio songs.
Giovanni Mazzarino, pianista e compositore siciliano, grande conoscenza della letteratura pianistica. In un periodo della sua vita fu fortemente influenzato dall’esposizione musicale del pianista Michel Petrucciani. Tanti musicisti sono stati determinanti per Giovanni Mazzarino: Bill Evans, Herbie Hancock e tutta la linea nera del Jazz. Ma  la concezione della musica  di Keith Jarrett, le note  che sprigiona  dalle sue mani,   quel  flusso sonoro, l ‘ espressione spontanea dell’attimo stesso in cui esegue musica,  sono una sua grandissima  fonte di ispirazione, anche se lo stile è diverso. Keith Jarrett rimane sicuramente di grande riferimento  da un punto di vista creativo, artistico, compositivo.

Domani, Giovanni Mazzarino, suonerà con Stefano Bagnoli alla batteria e Riccardo Fioravanti al contrabbasso. Jazz europeo e profondamente mediterraneo.

Casale Borghese, via Federico II° di Svevia, 6 San Gregorio (CT)

Lilia Scozzaro

A proposito dell'autore

Generalmente parlo poco della mia persona e dei fatti miei. “ Il pericolo è il mio mestiere “, è il filo conduttore che guida tutta la mia esistenza lavorativa (e non solo). Non ho mai temuto di imbarcarmi in imprese estreme, di svolgere attività rischiose, di avere pericolose responsabilità, e non accontentandomi di un ripetitivo lavoro d’ufficio, ho voluto sempre mettermi alla prova. Dopo aver vissuto una vita davanti al microfono/mixer, e a tutte quelle apparecchiature che occorrono per intrattenere gli ascoltatori di una Radio, eccomi qui, collaboro con un giornale on line “ Sicilia Journal “. E’ stata un’ impresa all’inizio, ed ho cercato di gestire questo mio nuovo compito con calma e molta discrezione. Grazie a Silvia Ventimiglia ed al direttore del giornale Daniele Lo Porto. Buona lettura a tutti!

Post correlati

Scrivi