Giovedì 19 febbraio: Giuseppe Mirabella “Naumachìa”, venerdì 20 Febbraio 2015, Roberto Gervasi e Thomas Kretzschmar Quartet ” Gypsiology “. Con la Direzione Artistica di Giuseppe Milici

Giovedì 19 febbraio: Giuseppe Mirabella, musicista già noto per alcune prestigiose collaborazioni (Dado Moroni nel progetto Oscar Peterson, Barbara Casini, Francesco Cafiso, Stanley Jordan, Flavio Boltro, solo per citarne alcuni) è un chitarrista e compositore dal tratto elegante e caratterizzato da uno spiccato senso melodico. Giovedì sera al Palermo Jazz Club presenterà “Naumachìa”, un disco intimo, fortemente introspettivo, notturno, denso di emotività e che descrive un percorso umano e artistico molto personale dove i confini stilistici vanno al di là di rigidi confini, facendo coesistere echi della tradizione, atmosfere latine, passaggi free jazz e visionari.

mirabella 2

La chitarra di Giuseppe Mirabella è supportata da una delle ritmiche più affermate in Europa, Riccardo Fioravanti e Stefano Bagnoli, e dal pianista Enzo Zanisi, artista eclettico e fuori dal comune. Un disco, Naumachìa, di eccellente caratura, che conferma il talento di uno dei migliori chitarristi e compositori del panorama italiano. Questa la formazione di giovedì sera: Giuseppe Mirabella chitarra, Enrico Zanisi pianoforte,
Riccardo Fioravanti contrabbasso, Stefano Bagnoli batteria. Due spettacoli previsti, alle ore 21,15 alle ore 22,30. I biglietti si possono acquistare direttamente dal sito www.palermojazzclub.it . Costo del biglietto: sgabello euro 10 – posto numerato euro 15 . Per info: (+39) 3667864007

Venerdì 20 febbraio: Roberto Gervasi e Thomas Kretzschmar Quartet
Roberto Gervasi, giovane artista siciliano, è uno dei pochi fisarmonicisti jazz autodidatta in Italia.
Sincero amatore della propria terra e delle proprie tradizioni, studia e ricerca il suono della sua Sicilia.
Grande estimatore di Django Reinhardt nel 2012 si trasferisce in Francia, dove studia e approfondisce la cultura zingara Manouche. Li conosce e collabora col violinista Thomas Kretzschmar con il quale condividerà la scena con dei grandi musicisti di etnia manouche come: Dorado Schmitt, Tchavolo Schmitt, Samson Schmitt, Angelo Debarre e Lollo Meier, oggi eredi di Django. All’inizio del 2014 conosce e collabora col grande armonicista Giuseppe Milici con il quale è spesso in tournée in tutto il mondo.
GYPSIOLOGY è un progetto italo-francese che rivisita la musica del famoso “Hot Club de France” di Django Reinhardt e Stephane Grappelli, varcando i confini del puro stile Manouche.
Le composizioni e gli arrangiamenti sono ispirati alla tradizione dello swing e del jazz, ma anche a diversi altri stili come lo “choro” brasiliano e il tango argentino.
La formazione di venerdì sera sarà così composta: Roberto Gervasi fisarmonica, Thomas Kretzschmar violino, Yannis Constans chitarra manouche, Camille Wolfrom contrabbasso.
Due spettacoli previsti, alle ore 21,15 e alle ore 22,30. I biglietti si possono acquistare direttamente dal sito www.palermojazzclub.it . Costo del biglietto: sgabello euro 5 – posto numerato euro 10. Per info: (+39) 3667864007

Scrivi