Irio De Paula ” Guitar Recital” Giovedì 12 febbraio 2015, Maio Incudine  ” Canzoni Scordate ” Venerdì 13 febbraio 2015. Direzione Artistica Giuseppe Milici.

Irio De Paula, chitarrista e compositore brasiliano, è conosciuto in tutto il mondo come uno dei massimi interpreti dei ritmi sudamericani: bossa nova e samba.
Tutta la sua musica, lo stile strumentale, la tecnica compositiva, il senso del ritmo, proviene dalle più pure e autentiche origini brasiliane e si colloca a pieno titolo nell’eredità culturale del suo paese. Ha pubblicato più di cinquanta album da solo e in varie formazioni, spaziando dalla musica brasiliana agli standard della tradizione americana. Ha accompagnato alla chitarra i più popolari artisti della scena latinoamericana quali: Sergio Mendes, Elza Soares, Baden Powell, Eumir Deodato, Astrud Gilberto.
Ha inoltre partecipato come ospite a incisioni di prestigiosi jazzisti quali Gato Barbieri, Chet Baker, Tal Farlow, Archie Shepp. Giovedì 12 febbraio si esibirà al Palermo Jazz Club, previsti due spettacoli, il primo alle ore 20,15 il secondo alle 22,30. Come sempre si consiglia la prenotazione dei biglietti, oppure si possono acquistare direttamente sul sito www.palermojazzclub.it . Il costo è di euro 20 posto numerato oppure 10 euro solo ingresso.

Mario Incudine 7

Mario Incudine è uno dei personaggi più rappresentativi della nuova world music italiana. Ci sono canzoni, che un cantautore scrive, incide, ama visceralmente ma non riesce a fare quasi mai in pubblico perché le circostanze il più delle volte non lo consentono. Sono i pezzi cosidetti “minori” quelli che stanno negli angoli dei dischi, canzoni piene, magari, più delle altre, del vissuto di chi le scrive. Si eseguono raramente perché sono rari i momenti in cui si ha la possibilità di avere un contatto intimo e personale con il pubblico. “Canzoni scordate” è tutto questo, una sorta di confessione in musica, di viaggio a ritroso nell’anima, che mostra al pubblico, la parte più vera, più viva, più autentica dell’artista. Momenti di musica, ma anche di racconti, di cunti, in un’ altalena di luci e ombre, di ritmo e di poesia, di accelerazioni e riflessioni, per rileggere attraverso le canzoni un momento personale, o un periodo storico e per guardare la realtà con occhi diversi. O inventarne un’ altra in cui credere almeno per un ora. La formazione di venerdì sera sarà così composta: Mario Incudine – voce, chitarre e mandoloncello – Antonio Vasta – pianoforte, fisarmonica, organetto e zampogna – Pino Ricosta – contrabbasso – Emanuele Rinella – batteria.
Due spettacoli previsti, alle ore 20,15 2 alle ore 22,30. Il costo del biglietto è di euro 10 compresa una consumazione.

Scrivi