La prima volta che comparve la ricetta dei dolcetti “Mustazzola” era il 160 a.c. e a scriverla fu Catone nel suo De Agri Cultura, la prima opera in prosa della storia della letteratura latina, di carattere pedagogico mirata a legittimane il lavoro e le tradizioni del mondo agricolo.

Il termine mustaccioli (mostaccioli) infatti, deriva dal latino “mustaceum” che indicava un dolce il cui ingrediente principale era il vino cotto.

Secondo tradizione i Mustazzola venivano offerti agli ospiti nell’atto di congedarli, per auguragli un buon viaggio di rientro, i contadini usavano mangiarlo per via dei suoi effetti energizzanti perchè li aiutava a sostenere le fatiche dei campi. 

U’ Mustazzolu è un dolce tipicamente natalizio, il suo impasto è ottenuto mischiando la farina con il vino cotto, come si usa a Scicli, o con il miele di carrubo, ingrediente comune nel modicano, poiché vi  sono antiche ricette che riportano i Mustazzola fatti con il decotto di carrube,caratteristici per il sapore antico e dolciastro della carruba.

Mustazzola al vin cotto:

Ingredienti:

720 ml vin cotto – 90 gr mandorle pelate – 1 cucchiaio scarso di cannella – 1 scorza di arancia – farina q.b. – olio q.b.

Preparazione:

In un tegamino versate 600ml di vino cotto,  300 ml di acqua, la scorza di arancia grattugiata e la cannella, riscaldate il tutto e mescolate fino ad ottenere una soluzione omogenea.
Versate nel composto ottenuto  la farina setacciata, aggiungetene finché l’impasto prenderà consistenza e continuate la cottura per alcuni istanti. Dovrete mescolare vigorosamente mettete un po’ più di energia del solito.

Quando l’impasto sarà consistente, versatelo su di un ripiano unto d’olio e lasciatelo intiepidire.

Stendete il composto e tagliate dei bastoncini di circa 2 cm di spessore e 7 di lunghezza,  poggiateli su una placca precedentemente coperta da carta da forno.
Cuocete per circa 5 minuti a 250 gradi poi abbassate la temperatura a 160 gradi e cucinateli per altri 20 minuti.

Una volta pronti, lasciate raffreddare i mostaccioli, poi pennellateli con il vino cotto rimasto e spolverateli di mandorle tritate.

Mustazzola con miele di carrubo:

Ingredienti:

1 kg miele di carrubo – 1 kg di farina di grano duro –  mandorle abbrustolite q.b. – buccia di arancia q.b.

Preparazione:

Scaldate il miele, senza portarlo a ebollizione, per ridurne la densità e facilitare l’impasto con la farina, quando inizierà a fare le prime bollicine aggiungete una parte della buccia d’arancia e fate cuocere ancora per dieci minuti

Disponete la farina a fontana sul piano di lavoro e formate un incavo nel centro nel quale aggiungete la rimanente parte della buccia d’arancia. Versate gradualmente il miele riscaldato e impastate con un cucchiaio di legno, per evitare di scottarsi con il miele caldo, quindi inserite al composto le mandorle abbrustolite.

Lavorate il composto e allungatelo come se fosse una corda, tagliate la pasta in tocchetti di 6-7 centimetri, disponeteli su una teglia rivestita di carta da forno e infornateli a 170 gradi per 10 minuti.

Buon Appetito !

 A.M.

Diffondi la notizia!Share on FacebookShare on Google+Share on LinkedInTweet about this on TwitterEmail this to someone

A proposito dell'autore

Post correlati

Scrivi