Il Ddl approvato grazie alla presenza in Aula di tre deputati di Ncd e uno di Forza Italia

PALERMO – “Abbiamo abbandonato l’Aula per lasciare la maggioranza di Crocetta di fronte alle sue responsabilità e i deputati del centrosinistra hanno approvato un mutuo che peserà sulle tasche dei siciliani per altre due generazioni. Da quest’anno in Sicilia ogni bambino nascerà con 1.500 euro l’anno di debito pubblico sulle spalle “.
Lo affermano i parlamentari di Lista Musumeci Nello Musumeci e Gino Ioppolo, commentando l’approvazione della legge che autorizza la Regione a contrarre un mutuo da 1 mld e 776 mln di euro per far fronte ad insolvenze con le imprese sanitarie.
“I debiti non si pagano generando altri debiti – aggiungono i parlamentari –  ma con la riduzione della spesa e una concreta trattativa per ottenere quanto il governo nazionale deve alla Sicilia, contenzioso a cui Crocetta ha rinunciato, scoprendo le carte sulla sua finta rivoluzione e lasciando i siciliani nel baratro”.
A garantire il numero legale per l’approvazione del disegno di legge per la stipula del mutuo di circa 1,8 miliardi, la presenza in Aula di quattro deputati dell’opposizione, tre di Ncd e uno di Forza Italia, al momento del voto che ha scatenato una dura polemica tra le forze di minoranza. Alla conta dei numeri senza i tre di Ncd (Alongi, D’Asero e Fontana) e Figuccia di Forza Italia, assente il capogruppo Marco Falcone perché tra i “grandi elettori” del presidente della Repubblica, il mutuo sarebbe stato bocciato.
Intanto da Roma Falcone fa sapere che:«Il voto finale sul Ddl relativo al mutuo voluto da Crocetta e dal suo governo va invalidato, in quanto Figuccia, nel corso della dichiarazione di voto, aveva esplicitamente sostenuto di volere abbandonare l’Aula. Forza Italia ha chiesto formalmente al presidente dell’Ars, Ardizzone, di procedere a ripristinare un principio di regolarità nei lavori d’Aula per evitare che all’Ars prevalga il caos».
Resta da capire come, con questo andazzo, le forze di opposizione intendono contrastare il governo Crocetta se una volta concordata una streategia a questa si viene meno.

S.R.

Scrivi