ACI CATENA – Nella tarda serata di ieri personale del Commissariato in servizio di pattuglia su strada, ha intercettato nel territorio di Aci Catena una autovettura sospetta. A bordo veniva identificato il conducente per F.A., classe ’84, incensurato, che all’interno del mezzo deteneva tre buste in cellophane contenenti i seguenti manufatti artigianali: 305 di forma cilindrica con miccia (denominate “caramelle”) e 31 bombe denominate “cipolle” da mortaio artigianali con miccia di 12 cm. circa, tutti altamente pericolosi.

Si tratta di artifizi pirotecnici artigianali illegali, privi di etichettatura, che sono stati debitamente repertati in sicurezza, a cura degli Artificieri della Polizia di Stato, che successivamente sono stati fatti intervenire sul posto.

F.A., condotto presso gli Uffici del Commissariato, è stato indagato in stato di libertà per il reato di cui agli artt.46 – 47 T.U.L.P.S. e 678 C.P., per detenzione illegale di materiale esplodente.

Tutto il materiale sequestrato è stato affidato al personale del Nucleo Artificieri e, come disposto dall’Autorità Giudiziaria, si provvederà alla sua distruzione.

Sono in corso approfondimenti finalizzati ad accertare la provenienza del materiale sequestrato.

Con le festività natalizie e i festeggiamenti per il Capodanno in arrivo, il Questore Marcello Cadorna ha infatti disposto l’intensificazione dei controllo su tutta la provincia etnea, per contrastare i fenomeni della fabbricazione e vendita di artifizi pirotecnici illegali al fine di evitare incidenti.

Diffondi la notizia!Share on FacebookShare on Google+Share on LinkedInTweet about this on TwitterEmail this to someone

Scrivi