Dopo la vittoria nel test contro la Fluminense, Cesare Prandelli ha analizzato i pregi e le cose da migliorare nella squadra che sabato 14 giugno esordirà al mondiale contro l’Inghilterra: ” I gol subiti scaturiscono da errori individuali, nel calcio ci sta. Per quanto riguarda la partita volevamo dare minutaggio ai giocatori, dare continuità di gioco e verificare certi ruoli. Per un’ora la squadra ha mantenuto questi presupposti in una partita vera. L’ultima mezz’ora abbiamo effettuato molti cambi ed era difficile mantenere il ritmo gara. In questi giorni lavoreremo sulla velocità, ma abbiamo la benzina per arrivare in fondo al mondiale”. Su una possibile coesistenza Balotelli-Immobile, il ct ha risposto così: “Tendenzialmente mi sembrerebbe una scelta forzata quella di due punte centrali con un centrocampo di qualità, ma tutto è possibile. Sceglieremo anche in base a come vorremmo attaccare. Immobile non è comunque un’alternativa a Balotelli, perchè non esistono alternative. Abbiamo 23 potenziali titolari e sceglieremo chi giocherà in base allo stato fisico e psicologico”. Prandelli ha insistito sul concetto di gruppo: “Saremo tutti protagonisti, tutti tifosi dei propri compagni, a partire da chi siederà vicino a me in panchina. Qualsiasi scelta sarà condivisa”.  Il ct conferma però il paragone Immobile-Schillaci: ” Si, Schillaci da quinta punta diventò protagonista a Italia ’90. Ricodiamo anche Grosso in Germania. Questo vuol dire che tutti devono farsi trovare pronti nel momento del bisogno”. Trapattoni ha paragonato un ct ad un condannato a morte che non sa la data dell’esecuzione. “Se lo dice il Trap che sembrava sempre sul punto di morte ed invece è ancora vivo, faccio mia questa massima”- ha detto Prandelli sorridendo, che poi ha spiegato perché Pirlo sia stato applaudito dai tifosi brasiliani come in Confederations Cup: “Fa piacere, vuol dire che quando ti sforzi di giocare al calcio, sei apprezzato in ogni latitudine”. Il Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano ha detto che l’Italia non dovrà accontentarsi in questo mondiale. Prandelli annuisce: “Non devo rispondergli, dobbiamo ascoltarlo. E’ vero, non dobbiamo accontentarci”.  Infine, su un possibile messaggio d’ottimismo ai tifosi italiani in vista dell’esordio di Manaus: “Non devo lanciare messaggi, ma lotteremo su ogni pallone e onoreremo la maglia, questa è la certezza”.

Intanto quest’oggi, gli Azzurri si sono allenati sotto una pioggia incessante nel ritiro del Portobello Resort. Dopo una prima fase di riscaldamento, subito il pallone protagonista nella mini partitella ad un tocco. A disposizione di Cesare Prandelli  il gruppo al completo, ad eccezione di Marco Verratti, alle prese con una forma influenzale. Nel pomeriggio gli Azzurri sosterranno una seconda seduta a porte chiuse, mentre alle 18.30 ora italiana sono in programma le conferenze stampa di Claudio Marchisio e Lorenzo Insigne.

Nella giornata di ieri la FIFA ha presentato allo stadio Maracana di Rio de Janeiro la nuova tecnologia GLT (goal-line technology), utile per evitare episodi di “gol fantasma”, grazie all’emissione di un segnale quando il pallone oltrepassa la linea di porta. Come spiegato dal sito Fifa.com, infatti, l’indicazione “goal” o “no goal” arriva direttamente all’orologio del direttore di gara entro un secondo. Il sistema Goal-Control 4D è costituito da quattordici telecamere sparse intorno al campo, sette delle quali direzionate verso l’area di porta. Grazie all’aiuto di un programma appositamente studiato, è possibile determinare esattamente posizione e velocità del pallone, rielaborandone un’immagine 4D. Nel caso in cui la sfera oltrepassi la linea, l’orologio dell’arbitro vibra e riceve un segnale video.

Il responsabile FIFA degli arbitri, Massimo Busacca, ha dichiarato: “Questa tecnologia costituirà un grandissimo aiuto, un ottimo supporto per capire se è gol o meno”. Il sistema è stato impiantato con successo in tutti e dodici gli stadi mondiali, che hanno superato un test di installazione finale. Brasile 2014 sarà il primo Mondiale per nazionali ad avvalersi di questo supporto, testato finora alla Confederations Cup dello scorso anno e ai Mondiali per club 2012 e 2013.

Scrivi