In perfetto orario, la Nazionale Italiana è atterrata intorno alle ore 7 (le 12 in Italia) a Rio de Janeiro. Inizia, dunque, ufficialmente l’avventura mondiale per Cesare Prandelli e gli Azzurri, che raggiungeranno il ritiro di Mangaratiba e nel pomeriggio (ore 15 in Brasile, le 20 in Italia) sosterranno il primo allenamento sul campo del Portobello Resort, l’hotel che ospita il ritiro della Nazionale. Domani è in programma una doppia seduta di allenamento, mentre domenica l’Italia affronterà la Fluminense allo stadio Raulino de Oliveira di Volta Redonda nell’ultimo test prima dell’esordio nel Mondiale (calcio d’inizio alle 17.30 ora locale, le 22.30 italiane). Show di Mario Balotelli in volo, che prima ha interrotto un’intervista tv di Albertini per cercare noccioline e salatini, e poi si è impadronito del microfono del capo cabina per invitare tutti i passeggeri a sedersi: “Altrimenti non si mangia”.

Intanto, sul proprio sito ufficiale, la FIFA ha fatto sapere quale deve essere il “codice di comportamento” che dovranno avere i tifosi durante il mondiale: si potrà tifare, cantare, esultare ma senza alcun tipo di strumento musicale (scampato pericolo per le nostre orecchie che non sentiranno più le fastidiosissime ‘vuvuzela’ e bocciata anche la ‘caxirola’, strumento ritmico che era stato creato appositamente per la Coppa dal cantante brasiliano Carlinhos Brown), vietati anche fischietti e trombette varie. Le bandiere saranno permesse ma con alcune restrizioni: le dimensioni non possono superare i 2 x 1,5 metri, mentre l’asta non può essere lunga più di 1 metro, non può avere un diametro superiore ad 1 centimetro e deve essere fatta con materiale flessibile. Non può entrare qualunque oggetto di dimensione superiore a 25cm x 25cm x 25cm perché non può essere messo sotto il sedile. Non è permesso l’ingresso di tablet e laptop, per evitare la possibile trasmissione di dati e immagini delle partite via internet, mentre gli smartphone non sono banditi. Particolare attenzione anche all’abbigliamento, perché non sarà permesso l’ingresso di magliette o altri indumenti che abbiano richiami ideologici e politici o che presentino scritte discriminatorie, razziste e xenofobe. Cibo e bevande assolutamente vietate, a meno che non si tratti di alimenti specifici per diabetici. Carta in grandi quantità o in rotoli non può entrare, così come è vietato l’ingresso agli animali.

Scrivi